Genere: Hard Blues

Slap Guru – Recensione: Cosmic Hill

Sei brani non sono moltissimi per farsi un’idea precisa su una band nuova; dall’ascolto e dalla storia degli Slap Guru comunque si evincono almeno due cose. La prima è che questa band ha un modo di pensare internazionale, senza barriere, nè geografiche nè di genere. Questo lo deduciamo...

Lynch Mob – Recensione: Rebel

Il terzo e probabilmente ultimo prodotto discografico con George Lynch come protagonista per l’anno in corso vede il ritorno dei Lynch Mob, che tornano sul mercato discografico con un full length dopo diversi anni in cui erano usciti soltanto EP di una manciata di pezzi ciascuno. Nel corso...

Motor Sister – Recensione: Ride

I Motor Sister sono la classica band che nasce per divertimento e passione. Due parole a cui troppo spesso la critica musicale non da il giusto peso, impegnata a ricercare novità ormai quasi impossibili all’interno dei generi codificati o ad appassionarsi ad una nicchia qualsiasi elevandola a verbo...

The Vintage Caravan – Recensione: Voyage

L’ultima scoperta approdata in casa Nuclear Blast è una band molto giovane per quanto riguarda l’età anagrafica, ma già provvista di un’esperienza abbastanza consolidata.       Quando i The Vintage Caravan si sono formati infatti, i suoi membri avevano dodici anni, e stiamo parlando del 2006: tirate un po’...

Gov’t Mule – Recensione: Shout!

Nel romanzo “L’era del porco” uno dei personaggi, attribuendo la frase a Pete Townshend, dice che l’ottava nota è il silenzio. Nonostante il titolo della nuova fatica di Warren Haynes e soci inneggi al rumore, l’importanza del silenzio, inteso come valorizzare le pause, non riempire ogni istante con...