Genere: Psychedelic Rock

Arcadea – Recensione: Arcadea

Tempo di side projects per Brann Dailor, batterista dei Mastodon, che presenta i suoi Arcadea, una band di rock psichedelico dedita a un concept sci-fi che vede il mastermind affiancato da Core Atoms (Zruda) e Raheem Amlani (Withered), entrambi alle chitarre e a ai sintetizzatori. Il debut album...

Tusmørke – Recensione: Hinsides

Svart Records licenzia “Hinsides”, quarto album dei norvegesi Tusmørke. La band (piuttosto nota in madrepatria, dove ha ricevuto una nomination per il Grammy come miglior gruppo rock), propone una personale rilettura del sound degli ’60 e ’70 attraversi i dettami del progressive/psychedelic folk rock, con riferimenti a The...

Wolvennest – Recensione: Wolvennest

Interessante debutto quello dei belgi Wolvennest, che freschi di contratto con la Vàn Records, presentano il disco omonimo. Tra psychedelic rock stravagante, doom metal e parecchie soluzioni sui generis, i Wolvennest hanno costruito un sound personale e sono stati capaci di attirare l’attenzione di Albin Julius, che partecipa...

Kremlin – Recensione: Kremlin (Ep)

Colpo gobbo della Svart Records? Molto probabile, perchè di sicuro sentiremo parlare ancora dei Kremlin. Finlandesi e parte della scena di rilettura del rock classico, questi simpatici hippies del Nord hanno trovato una formula personale e accattivante che a noi piace tantissimo e potrebbe spianare il loro percorso...

Istvan – Recensione: Istvan

Si chiamano Istvan e rileggono il rock classico a modo loro. E per una volta sono pure italianissimi, per la precisione di Forlì. Aural Music distribuisce in questi giorni il debutto del three-piece, breve ma di certo interessante. La miscela è vero, è sempre quella: retaggi seventies, riminiscenze...

Seremonia – Recensione: Pahuuden äänet

A tutto vintage. I finlandesi Seremonia sono ormai una garanzia per chi segue il fervente panorama di rilettura del rock anni’70, che nella compagine nordeuropea trova una deliziosa vena maligna di carattere esoterico e sabbathiano. “Pahuuden äänet” (“The Voice Of Evil”) è il quarto album in studio in...

Black Mountain – Recensione: IV

Dopo sei anni dal precedente “Wilderness Heart” [questa la nostra recensione], la colonna sonora “Year One“, e diversi side project che hanno coinvolto gran part dei componenti del gruppo, fanno il loro ritorno i canadesi Black Mountain con il loro quarto album in studio intitolato semplicemente “IV“. La...

Horseback – Recensione: Dead Ringers

Un viaggio lisergico e ipnotico attraverso spazi immensi e desertici. Ecco dove ci conduce il quinto album (se escludiamo i vari split) degli americani Horseback, intitolato “Dead Ringers” e pubblicato tramite Relapse Records. Polveroso Stoner Rock che incontra il Krautrock e il Drone Metal e dà origine a otto...