Demonical – Recensione: Darkness Unbound

Descrivere la proposta delle band di Martin Schulman (anche Centinex e Interment) non è certo complicato: si tratta del più puro e semplice swedish death metal. Non ci sono sfumature, non ci sono eccezioni e nemmeno varianti, i Demonical quello vogliono suonare e lo fanno in modo da apparire quasi un libro stampato.

Scontato quindi che si tratti di uno stile altamente prevedibile e quasi superfluo sottolineare che dopo quattro dischi molto simili tra loro e privi del benché minimo spunto originale non si sa più da che parte prendere la musica della band per tirare fuori qualcosa di interessante da scrivere, quello che resta è concentrarsi sulle canzoni e sulla resa del suono.

E qui siamo costretti a fare una sostanziale distinzione: se infatti per quanto riguarda il secondo punto non c’è davvero nulla da eccepire e anche rispetto al passato il salto di qualità è palpabile, grazie ad una scelta praticamente perfetta dell’impasto chitarra, basso, voce che trasforma ogni nota in una vera sinfonia mortale, sui brani non ci sentiamo di mostrare altrettanto entusiasmo.

Sarà che ormai è veramente difficile restare così chiusi all’interno dei confini del genere e creare qualcosa di davvero coinvolgente, ma le tracce in grado di far fare quel sussulto che ci si aspetta da un disco death come si deve sono giusto le tiratissime “The Order” e “Hellfire Empire”, la fucilata arricchita dai passaggi melodici ultra-classici “Contempt And Conquest”, più la cupa e maligna “The Great Praise”.

Il resto non è certamente scarso, ma ci pare non essere nemmeno particolarmente esaltante o almeno non quanto ci si aspetterebbe da una band con al proprio interno artisti navigati e con una storia tanto importante. In fondo “Darkness Unbound” rimane un più che discreto esempio di swedish death metal contemporaneo e si merita una valutazione sopra la media, ma resta comunque ben lontano dal top di un tempo.

Voto recensore
7
Etichetta: Cyclone Empire

Anno: 2013

Tracklist:

01. Darkness Unbound
02. The Order
03. An Endless Celebration
04. Contempt And Conquest
05. King Of All
06. The Healing Control
07. Hellfire Empire
08. Words Are Death
09. Deathcrown
10. The Great Praise
11. World Beyond (Kreator cover) *
12. Burned Alive (re-recording) **

* bonus track on the limited digi-CD and LP
** bonus track on the limited digi-CD


Sito Web: https://www.facebook.com/Demonicalofficial

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi