Summoner – Recensione: Winter Solstice

Una band italiana apparentemente pronta per poter sfondare all’estero questi Summoner, seven-piece di Como, forti di questo loro debutto, ‘Winter Solstice’, per la B.T.O.D./Masterpiece Distribution. Gli ingredienti ci sono tutti: buona produzione, grafica e booklet accattivanti e di primissima fattura, guest interessanti come Dhilorz degli Ancient e Daniel Botti dei Node; un genere, il death melodico di stampo scandinavo con anche la presenza di una voce femminile (Nadia), che, nonostante l’usura, sembra ancora essere sulla breccia ed avere, comunque, la possibilità di creare nuove band che idee fresche. Ci sarebbe tutto ma manca una cosa: la creatività! Esatto, perché in tracce come ‘Following Your Insight’ o ‘Gaia Flowered Mantle’, seppur con un incipit intrigante, discreti riff ed uso di tastiera non proprio banale (Stefano è forse il migliore in campo in questa release), c’è quel terribile odore di preconfezionato, canonico, schematico e trendy (nell’accezione più negativa), che ci fa capire che questo disco ce lo scorderemo con la stessa rapidità con cui dimentichiamo gli abusati jingle televisivi. Niente personalità, track che sembrano tutte uguali nel loro schema, riferimenti a Dark Tranquillity, In Flames e qualcosa di At The Gates che sono imbarazzanti più che palesi. Non si discute l’esecuzione, buona, ma la creatività che non c’è, come discutibile è il rifiuto d’imporre una propria personalità musicale, privilegiando l’adesione a schemi già assodati. Inoltre, pecca non indifferente, la voce di Nadia (usata pochissimo) è assolutamente fuori luogo, sia per il timbro che per le carenze tecniche che la portano ad avere una voce eccessivamente nasale e fastidiosa. In sostanza, buon talento strumentale asservito alla ricerca del consenso a tutti i costi. Niente da fare, così non va. Deprimenti.

Voto recensore
4
Etichetta: B.T.O.D./Masterpiece Distribution

Anno: 2003

Tracklist: 01. Flllowing Your Insight
02. Winter Solstice
03. Gaia Flowered Mantle
04. The Epoch Of Stillness
05. In Dreamy Lullabies
06. My Epitaph
07. Renewed
08. Forever Fellows


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi