Sandra Dee – Recensione: Visions Of Pain

“Tonight you’ll pay the price; When she’s hot, well, damn she’s hot; Electric love like Sandra Dee”

Folgorati da questi versi tratti da “Come On And Dance” dei Mötley Crüe, i Sandra Dee di Chicago trovano il nome alla band e palesano subito le loro primarie influenze musicali. “Visions Of Pain” è una compilation che assembla brani scritti dal gruppo tra l’89 e il 92 in due diverse incarnazioni; prima con Chris Kamykowski alla voce e Nicky Bernardi alla batteria in seguito sostituiti, rispettivamente, da Lance Thomason e Erik Youmans. Le 10 tracce qui proposte sono state registrate tra il 91 e il 92 e hanno tutte Thomason alla voce.

I ragazzi propongono uno sleaze robusto con alcune divagazioni decisamente più heavy e dark, pesantemente influenzato da Shotgun Messiah, Bang Tango, The Cult ma anche, purtroppo, da Soundgarden e Alice In Chains. Visto il periodo in cui sono state incise, ascoltando le canzoni si ha come l’impressione che i nostri vogliano riuscire a integrare al tipico sound ottantiano un flavour più oscuro e grunge (malattia che si andava diffondendo ai tempi) cercando di ricavarne la giusta quadratura.

Diciamo che questo miscuglio non è particolarmente azzeccato; così quando si punta al sodo escono fuori buoni numeri come “Cassandra” che ricorda i primi Skid Row o la frizzante “Peace, Pot & Politics” con Jack Adams dei Sgt.Roxx che accompagna uno spensierato sleaze-rock sulla scia dei maestri Faster Pussycat. Quando, invece, si sconfina in territori cari ad Alice In Chains & Co, come nella title-track o in “Inside Yourself”, la band perde brillantezza risultando francamente anonima e tediosa. Aggiungendo che la qualità tecnica dei musicisti non è nulla di trascendentale abbiamo la fotografia di un gruppo che, nonostante le buone intenzioni, come venti anni fa, è destinato a non lasciare tracce significative della propria carriera.

Voto recensore
5,5
Etichetta: Eonian Records / Nightmare Records

Anno: 2011

Tracklist:

01. Pretty Child
02. Cassandra
03. Take You Higher
04. Heading Home
05. Peace, Pot & Politics
06. Going Down
07. Inside Yourself
08. Visions Of Pain
09. Cold
10. Nothing


Sito Web: http://www.eonianrecords.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi