U.D.O. / DIRKSCHNEIDER: danno il benvenuto a Peter Baltes come nuovo membro al basso

Comunicato stampa:

Il 2022 è stato un anno ricco di eventi per gli U.D.O.: dopo l’uscita del primo album solista del cantante Udo Dirkschneider“My Way”, il 22 aprile 2022 tramite Atomic Fire Records, il quintetto ha suonato alcune selezionate date estive prima di imbarcarsi in un tour di tre mesi che li ha portati in tutta Europa e in America Latina. Purtroppo, all’inizio di settembre il bassista Tilen Hudrap è stato costretto a rinunciare a esibirsi dal vivo con la band per motivi di salute. L’amico di lunga data di UdoPeter Baltes, che ha suonato con lui per molti anni nella sua ex band ACCEPT, che il bassista ha lasciato nel 2018, e che aveva già collaborato con Udo nei DIRKSCHNEIDER & THE OLD GANG negli ultimi anni, è stato disponibile a sostituire Hudrap come soluzione temporanea. Col tempo è diventato chiaro che la band avrebbe dovuto trovare un nuovo membro al basso. Oggi gli U.D.O. sono lieti di annunciare che Peter Baltes si è unito ufficialmente a loro e che la sua prima dal vivo ha avuto luogo in Australia e in Giappone negli ultimi giorni. L’attuale tour degli U.D.O. / DIRKSCHNEIDERè riportato di seguito!

Baltes dichiara:  “Da quando ho lasciato gli ACCEPT mi sono tenuto molto occupato a scrivere e registrare per produzioni cinematografiche e televisive e per vari artisti in tutto il mondo. È così che ho riallacciato i contatti con Udo lavorando al suo album solista “My Way“, all’album degli U.D.O.We Are One” e all’album dei D&TOG “Arising“. Poiché era coinvolto anche Stefan Kaufmann [chitarre; ex batterista degli ACCEPT], tutto aveva un sapore molto familiare. Ecco perché quando Udo mi ha chiamato a settembre per sostituire il suo bassista infortunato non ho esitato. La scaletta prevedeva soprattutto canzoni degli U.D.O. che non conoscevo e alcuni brani degli ACCEPT. Quando sono arrivato a Berlino qualche giorno dopo per il primo concerto, ero nervoso e non avevo idea di cosa aspettarmi. Ma non appena siamo saliti sul palco accanto a Udo, mi sono sentito come a casa: la sua voce mi ha riportato al punto di partenza. All’inizio è stata una sorpresa totale per il pubblico, ma man mano che continuavamo a suonare mi sono reso conto che erano felici quanto me di vedere Udo e me di nuovo insieme. Nei tre mesi successivi ho imparato a conoscere Sven, Dee e Andrey come musicisti di grande talento, ma anche come ragazzi molto umili e rispettosi. Tutto questo mi è sembrato molto autentico. Questo ha reso la mia decisione di dire “sì” molto facile quando Udo mi ha chiesto di unirmi alla band in modo permanente“.

Udo Dirkschneider aggiunge: “Ho una lunghissima amicizia con Peter Baltes che non è mai stata offuscata dai disaccordi con gli ACCEPT degli ultimi anni. Le discussioni erano esclusivamente con un’altra persona e sua moglie. Dovrebbe essere chiaro a tutti a chi ci si riferisce! Tutti gli altri membri degli ACCEPT sono sempre stati uniti dall’amicizia. Per me ha significato molto quando Peter ci ha spontaneamente aiutato in alcune date del tour degli U.D.O. l’anno scorso. Fin dal primo giorno, ho provato di nuovo il grande feeling e la fiducia del passato con lui. Un sentimento che ci ha sempre legato nel corso degli anni negli ACCEPT.
 
So che Peter aveva sul tavolo molte offerte vantaggiose da parte di altre band, tutte rifiutate nel corso degli anni. Ad essere onesti, non può guadagnare queste somme con noi. Per me è ancora più importante che abbia deciso di rimanere con gli U.D.O. e di unirsi ai DIRKSCHNEIDER come bassista. Questo mi dimostra che ha un vero cuore metal che batte nel petto e che per lui l’amicizia e il divertimento sono più importanti del denaro. Grazie, Peter!
Siamo molto felici che dopo tanti anni tu ti stia finalmente divertendo di nuovo sul palco!“.

Di seguito la tracklist e l’artwork di copertina:

01. Faith Healer (ALEX HARVEY)
02. Fire (CRAZY WORLD OF ARTHUR BROWN)
03. Sympathy (URIAH HEEP)
04. They Call It Nutbush (TINA TURNER)*
05. Man On The Silver Mountain (RAINBOW)
06. Hell Raiser (THE SWEET)
07. No Class (MOTÖRHEAD)
08. Rock And Roll (LED ZEPPELIN)
09. The Stroke (BILLY SQUIER)*
10. Paint It Black (THE ROLLING STONES; Edit)
11. He’s A Woman, She’s A Man (THE SCORPIONS)
12. T.N.T. (AC/DC)
13. Jealousy (FRANKIE MILLER)
14. Hell Bent For Leather (JUDAS PRIEST)
15. We Will Rock You (QUEEN)*
16. Kein Zurück (WOLFSHEIM)*
17. My Way (FRANK SINATRA)
*Udo Dirkschneider Version

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi