Twilight Force: Live Report e foto della data di Milano

Sabato 04 febbraio il Winter Wonder Tour 2023 dei Twilight Force sbarca anche in Italia al Legend Club di Milano, accompagnati dai Seven Spires, symphonic metal band americana, e dai Silver Bullet ai quali spetta il ruolo di opener band.

SILVER BULLET

La band finlandese, che per la prima volta si esibisce in Italia, ha all’attivo tre album, l’ultimo dei quali , “Shadowfall”  è stato davvero una gran bella sorpresa,
la setlist è composta da  sei canzoni tratte da “Mooncult” e appunto “Shadowfall” con tre pezzi a testa.
Da citare in modo particolare sia  “The Ones to Fall” che “The Witches Hammer”.
Band che merita sicuramente di essere vista nuovamente, magari con una scaletta più corposa.
Per il momento, promossi a pieni voti!

Setlist:
Shadow of a Curse

She Holds the Greatest Promise

The Ones to Fall

The Thirteen Nails

The Witches Hammer

Forever Lost

SEVEN SPIRES

Discorso a parte meritano i Seven Spires; la band è sicuramente valida, e propone un Symphonic Metal tutto sommato orecchiabile, purtroppo durante questo show i suoni non erano mixati in modo ottimale, infatti la voce di Adrienne Cowan era sovrastata dalla batteria. Anche il pubblico non ha partecipato con lo stesso entusiasmo con cui avevano accolto i Silver Bullet. Probabilmente l’attesa è già tutta per i Twilight Force.

Setlist:

Gods of Debauchery

Oceans of Time

Pete Intro The Cabaret of Dreams

Succumb

Pete Intro Unmapped Darkness

In Sickness, In Health Dare to Live This God is Dead

TWILIGHT FORCE

Ed ecco il momento dei Twilight Force. Ricordo di aver assistito al loro primo concerto in Italia all’Estragon di Bologna nel 2015, e ricordo che già all’epoca rimasi colpito, oltre che dagli “abiti di scena”,  dal loro power metal sinfonico.

La band sale sul palco acclamata a gran voce dal pubblico del Legend Club. Inutile dire che questa sera la band svedese giocava un po in casa, grazie alla presenza del nostro Alessandro Conti, che come al solito dimostra di essere un animale da palcoscenico, capace di agire come un magnete per l’attenzione del pubblico.

La scaletta è composta in modo da pescare da tutti gli album della band, ovviamente dando maggiore spazio agli ultimi due lavori: “Dawn Of The Dragonstar”, rappresentato da ben quattro canzoni, e l’ultimo “At The Heart Of Wintervale”, dal quale ascolteremo tre pezzi.

Il resto della setlist vede tre brani tratti da “Tales of Ancient Prophecies” e solo uno estrapolato da “Heroes Of Mighty Magic”, mentre “Enchanted Dragon Of Wisdom”, vincendo il ballottaggio con “Live The King”, è il brano scelto da uno spettatore del pubblico successivamente nominato cavaliere da parte di Long Allyon. 

I Twilight Force sono stati autori di un’ottima performance, devastante la sequenza “Flight of the Sapphire Dragon” , “Enchanted Dragon of Wisdom” e “Winds of Wisdom”.
Il gran finale pirotecnico vede nell’ordine “Blade Of Immortal Steel”, e la gloriosa “The Power Of The Ancient Force”.

Bella serata in cui abbiamo potuto ascoltare tre ottim e band fra cui i Silver Bullet, band nel complesso simpatica, che si diverte e che mette di buon umore, e non mi stupirei di vederli molto presto calcare il palco come headliner, e soprattutto i Twilight Force, che ormai possiamo annoverare fra le grandi band del Power Metal.

Setlist:

Dawn of the Dragonstar

Twilight Force

Dragonborn

Thundersword

Flight of the Sapphire Dragon

Enchanted Dragon of Wisdom (scelta dal pubblico)

Winds of Wisdom

Twilight Horizon

At the Heart of Wintervale

Blade of Immortal Steel

The Power of the Ancient Force

Fabio De Carlo

view all posts

Nato qualche anno fa, in pieno autunno, si avvicina al Rock dall’infanzia, quando tra le mani e le orecchie le capitano Europe e Bon Jovi, ma è con gli Iron Maiden prima e Helloween poi, che arriva la svolta al Metal. 
La musica ha sempre messo le cose un po’ più in ordine, il mio sogno era stare sopra un palco, non ci sono mai salito, ma ho iniziato presto coi concerti, Monsters of Rock 88. 
La passione per la fotografia arriva più tardi, nei primi anni 2000. "...no more wasted years, no more wasted tears life’s too short to cry, long enough to try." [Kai Hansen - Helloween]

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi