In Flames – Recensione: Trigger E.P.

Altra convincente prova per gli In Flames che, successivamente al fondamentale ‘Reroute To Remain’, tornano a brillare sulla corta distanza con il presente ‘Trigger E.P’.

La prima traccia è rappresentata dalla title-track in versione single edit, prezioso ritornello e duttilità vocale di Anders Friden ci fanno ulteriormente apprezzare questa perla rilasciata nel 2002.

A questo punto irrompe un vero e proprio missile: ‘Watch Them Feed’ che , da un fulmineo inizio palesemente influenzato dall’ultimo periodo degli At The Gates, si sposa e si concatena ben presto con un refrain raggelante ed un’altra interpretazione da brivido del singer. Traccia veramente spaventosa. E’il momento della cover di ‘Land Of Confusion’ dei Genesis, arrangiamenti vocali e soliste di alto livello per una riuscitissima rivisitazione. Passando per la versione cibernetica di ‘Cloud Connected’ il lavoro è concluso da una vera e propria chicca per gli aficionados dei giochi arcade di inizio anni ’80. ‘Moonshield (C64 Karaoke Version) non è infatti altro che il classico estratto da ‘The Jester Race’ riproposto con sample estrapolati da consolle tanto in voga all’epoca come Commodore 64, Spectrum Sinclair, Atari and Co!

L’ensemble di Goteborg ci informa che ha appena terminato i lavori di composizione del prossimo album e, viste le premesse, si preannuncia un altro, ennesimo capolavoro.

Voto recensore
7
Etichetta: Nuclear Blast / Audioglobe

Anno: 2003

Tracklist: Trigger (Single Edit) / Watch Them Feed / Land Of Confusion / Cloud Connected (Club Connected Remix) / Moonshield (C64 karaoke Version)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi