Motorpsycho – Recensione: Timothy’s Monster

Considerato da sempre un album fondamentale dei Motorpsycho, ‘Timothy’s Monster’ è il punto dal quale il trio norvegese inizia la sua avventura nel mondo della psichedelia, del pop e del rock. L’album dura più di 100 minuti: brani come ‘Feel’, ‘On My Pillow’, ‘Now It’s Time To Skate’ e ‘Watersound’ ci presentano una band sensibile, capace di toccare il cuore con melodie forti e inedite. Verso la fine del full-length, invece, sono presenti quattro pezzi fra cui ricordiamo ‘The Wheel’ e ‘The Golden Core’: due brani di lunghezza notevole tirati avanti fino all’inverosimile, colonne sonore da viaggio. Da questo album in poi si accumulano emozioni in formato disco.

Etichetta: Stickman / Self

Anno: 1994

Tracklist: 01. Feel
02. Trapdoor
03. Leave It Like That
04. A Shrug and A Fistful
05. Kill Some Day
06. On My Pillow
07. Beautiful Sister
08. Wearing Yr Smell
09. Now It's Time to Skate
10. Giftland
11. Watersound
12. The Wheel
13. Sungravy
14. Grindstone
15. The Golden Core

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi