Sticky Boys – Recensione: This Is Rock’N’Roll

Fan di Ac/Dc e Airbourne drizzate le orecchie, se siete in perenne attesa di ascoltare materiale nuovo delle vostre due aussie band preferite, ma purtroppo i vostri idoli vi fanno penare, potete rinfrescarvi le orecchie, nell’attesa, con questi Sticky Boys, che dalla Francia con furore e sano rock n’ roll, saranno in grado di farvi battere il piedino per una buona trentina di minuti. Nulla di eccezionale o di innovativo, anzi qui la regola fondamentale è fregarsene altamente e sparare in faccia del robusto e concentrato rock senza compromessi e senza grosse pretese. La giovane band francese, qui al debutto discografico, si forma nel 2008 per volontà di Tom Bullot e Alex Kourelis, rispettivamente batterista e cantante/chitarrista a cui si aggiunge poco dopo il bassista JB Chesnot. Dopo aver praticamente suonato in lungo e in largo per tutta la Francia, il loro nome inizia ad attirare l’attenzione, tanto da aggiudicarsi il ruolo di opening act per gruppi come i Nashville Pussy e The Donnas e anche di calcare il prestigioso palco del Hellfest nel 2011. Ora si presentano sul mercato con questo album “This Is Rock’N’Roll”, che già dal titolo esprime l’essenza stessa della loro proposta musicale. Undici pezzi grezzi, essenziali e adrenalinici al punto giusto. Brani che ricordano molto gli Airbourne, soprattutto per quanto riguarda la struttura dei pezzi e i riff di chitarra davvero molto catchy.  Alex Kourelis (cantante/chitarrista), comunque ha una sua timbrica piuttosto personale e questo è un punto di forza nell’economia della formazione, per farla un po’ sdoganare dalla pesante e costante influenza delle due band australiane sopra citate. L’album ad ogni modo, è bello compatto e senza cali di sorta, va ascoltato tutto d’un fiato e con il volume delle casse al massimo e magari anche una bella birra ghiacciata sotto mano. Non ci sono filler o tempi morti, solo del robusto rock’n’roll e sicuramente in un brano come “Rock‘N’Roll Nation” è racchiuso il manifesto di questo three-piece, dal passaporto francese, ma con lo spirito di sicuro nella terra dei canguri.

Voto recensore
7
Etichetta: Listenable Records

Anno: 2012


Sito Web: http://www.stickyboys.eu/

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi