This Ending – Recensione: Garden Of Death

I The Ending (formatisi nel 2006 dopo lo split degli A Canorous Quintet) giungono al terzo album con “Garden Of Death”, un CD discreto di puro death melodico di stampo svedese che farà la gioia degli appassionati ma non sarà apprezzato dai detrattori dell’uso della melodia nel genere più estremo.

Le nove tracce del nuovo lavoro sono tutte ben “costruite”, denotano una raggiunta abilità compositiva di tutto rispetto ed alternano momenti più cadenzati e rilassati (vedi la drammatica “Chaos Within”) ad altri violenti e di grande impatto come “Blackened Shrine” o “Boundaries Of Hell”.

In ogni caso minimo comun denominatore della release è una produzione perfetta (ad opera di Björn Gooßes, già conosciuto per il lavoro svolto con The Crown, Nevercell, Dew-Scented) che permette di gustare pienamente sia delle invenzioni melodiche delle chitarre di Linus Nirbrant e Peter Nagy che della corposa ossatura ritmica di Fredrik Andersson (ex batterista degli Amon Amarth) e di Linus Petterson (bassista).

La quattro corde di Linus viene esaltata soprattutto nella rutilante “Dark Samaritan”, canzone schiacciasassi costruita attorno alla linea debordante del basso.

Altro brano devastante e ben riuscito è il cupo opener “Torrent Of Souls” (in cui troviamo anche riffing tipicamente thrash) in cui il drumming di Andersson convince e diverte.

Ricordiamo ancora che nella limited edition del CD saranno presenti i tre pezzi dell’EP “Systematic Worship” uscito nel 2011.

In conclusione possiamo aggiungere che rispetto al precedente secondo album “Dead Harvest”, in cui si potevano incontrare alcuni timidi tentativi di innovazione del sound, gli svedesi tornano con “Garden Of Death” ad un massiccio death metal melodico che piacerà soprattutto ai fan del genere.

This Ending - Garden Of Death

Voto recensore
6,5
Etichetta: Apostasy Records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Torrent Of Souls 02. Blackened Shrine 03. Boundaries Of Hell 04. Dark Samaritan 05. Garden Of Death 06. Victims 07. World Of Nightmares 08. Chaos Within 09. Vultures 10. Our Creation (bonus track) 11. Army Of (N)one (bonus track) 12. No More Silence (bonus track)
Sito Web: https://www.facebook.com/ThisEnding

leonardo.cammi

view all posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi