Der Blutharsch – Recensione: The Story About The Digging Of The Hole And The Hearing Of The Sounds From Hell

E i Der Blutharsch cambiarono pelle. Un’altra volta? Ebbene sì. Albin Julius opta non solo per un moniker chilometrico (ora la band si chiama in effetti Der Blutharsch And The Infinite Church Of The Leading Hand) ma anche per un titolo che farebbe impallidire Lina Wertmüller: “The Story About The Digging Of The Hole And The Hearing Of The Sounds From Hell”. Non sappiamo se il buon Albin voglia con questo ulteriore step, celebrare il terzo lustro di vita del suo progetto, o più semplicemente staccarsi da un nome troppo spesso associato al nazionalismo in musica (le chiavi di lettura restano molteplici, sia chiaro), fatto sta che “The Story About…” riprende e sviluppa ciò che i Der Blutharsch sono stati, in un’ottica diversa. Basta con l’industrial marziale, peraltro tralasciato già nelle ultime release e spazio ad un rock psichedelico oscuro, dilatato, di non facile assimilazione. A questo elemento, si uniscono i suoni più classici della darkwave, udibili ad esempio in un episodio di derivazione post punk come “Birds Of Prey”, pregiato da linee di basso distorte e maligne e da un flavour britannico. La storia dell’imponente scavo (dentro sé stessi?) vanta inoltre collaborazioni di lusso, con interventi che arrivano ad esempio dai Sieben e dagli ottimi Deutsch Nepal, a rendere l’opera ancora più varia. Perché ad Albin Julius non si può certo rimproverare la mancanza di originalità, in un lavoro che parrebbe idealmente diviso in tre capitoli, ciascuno scandito da un riferimento al titolo ed ognuno soffocante, carico di percussioni e movimenti elettronici lievi ma onnipresenti. In un contesto tanto noir, non può che essere ben accolta l’acidità della psichedelia, quei passaggi cangianti che proiettano un caleidoscopio di chiaroscuri cacofonici ma ipnotici. In questo senso, episodi come “Fever Dreams” e “Acid Blaze” finiranno inevitabilmente per sedurvi, per quanto un corpo sonoro tanto sfumato comporti un certo ostracismo all’ascolto. Ultima novità, ma non per importanza, in occasione del nuovo lavoro (o meglio, dell’opera prima, se vogliamo considerare “The Story About…” come una rinascita), la band identifica le canzoni con dei titoli. L’ideale per fare un po’ di ordine. O forse per confondere ancora di più le idee?

Voto recensore
7,5
Etichetta: Hauruck / Audioglobe

Anno: 2011

Tracklist:

01. The Story About The Digging…
02. Reincarnation!
03. Birds Of Prey
04. A Haresakiraly Szelenceje
05. Scales Of Justice
06. Fever Dreams
07. …Of The Hole And The Hearing…
08. The Final Stand
09. Kühlungsborn
10. Acid Blaze
11. …Of The Sounds From Hell


Sito Web: www.derblutharschandtheinfinitechurchoftheleadinghand.com

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi