Locked In – Recensione: The Rebellion

Sulla scena dal 2007 e con parecchie date alle spalle, i perugini Locked In ritornano sulla scena con “The Rebellion”, album di dieci tracce tutte incentrate su un unico filone metalcore.

Come detto in diversi precedenti articoli, questi ultimi anni musicali sembrano essere segnati da un unico genere musicale, il metalcore. Non sempre molto gradito, spesso criticato e fin troppo abusato, il metalcore è ormai un genere così sfruttato e saturo che viene difficile trovare materiale valido da ascoltare. I gruppi, purtroppo, si somigliano tutti, le canzoni sono sovrapponibili e la quantità va spesso, fin troppe volte, a discapito della qualità. Mi spiace dirlo, ma anche i nostrani Locked In vanno inclusi nell’enorme calderone del metalcore fatto di un growl grezzo, talvolta forzato, batteria pestata, chitarre distorte e che ripetono in loop gli stessi giri, cambi di tempo frequenti e pause in cui la voce si stoppa e la musica si ripete inutilmente creando noia anziché suspance. Malgrado l’album sia composto da dieci tracce, risulta difficile distinguere una canzone dall’altra, in quanto sono pochi gli aspetti che cambiano. “The Rebellion”, malgrado abbia alle base una produzione non indifferente, risulta essere un album noioso, banale e che non risalta minimamente all’interno del genere.

Voto recensore
5
Etichetta: This Is Core

Anno: 2012

Tracklist:

01. Afterwards

02. The Rebellion

03. The Prophet And The Resistance

04. Assassins

05. Fogs

06. The Proselyte And The Rust

07. Damnatio Memoriae

08. Black Diamons

09. Ambrosia

10. The Rebellion Remix (Fra N Quentin Remix)


Sito Web: www.facebook.com/locked.in.hc

francesca.carbone

view all posts

Scribacchina dal 2008 e da sempre schietta opinionista del mondo musicale. Dagli Iron Maiden ad Immanuel Casto il passo è breve, almeno per me.

73 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. Giamma

    Se questa è una recensione io sono il presidente della Repubblica! Basta vedere che hai scritto che l’album è composto da “dieci tracce tutte incentrate su un unico filone metalcore” per capire che neanche l’hai ascoltato tutto dato che l’ultima è un remix di elettronica e i Locked In non sono un gruppo metalcore.

    Reply
    • Tommaso Dainese

      Caro Giamma sei libero di esprimere la tua opinione e le tue critiche ma le bestemmie forse è il caso di evitarle che dici? (Il commento è stato ripulito da ogni elemento offensivo).

      Reply (in reply to Giamma)
      • Giamma

        perdonami tommaso, ho letto altre vostre recensioni e poi questa e non ho saputo trattenermi, non puoi negare che sia scritta con i piedi. se manca la voglia o l’interesse tanto vale non farla proprio la recensione invece che sputare merda (questa me la concedi?) sul lavoro altrui. come ho già detto, gusti a parte, si intravede che il disco qua non è stato ascoltato a dovere, sicuramente non per fare un lavoro da pubblicare su un sito serio. saluti!

        Reply (in reply to Tommaso Dainese)
    • Francesca Carbone

      Cia Giamma,
      andando oltre l’aspetto offensivo che trova il tempo che trova, ho ampiamente ascoltato l’album più e più volte per farmene un’immagine chiara e precisa in mente. L’album non mi è piaciuto e non l’ho trovato particolarmente rilevante. Non penso di aver offeso nessuno, ho espresso un parere. Il mio compito è quello di ascoltare e giudicare un album cercando di essere il più obiettiva possibile, non sempre questo può riuscire e non sempre viene apprezzato. Recensire negativamente un gruppo non significa né non aver ascoltato l’album, né non aver competenza etc. Se i Locked In ti sono piaciuti ne sono felice e se hai commenti costruttivi da fare sono pronta a leggerli e a dibattere.

      Reply (in reply to Giamma)
  2. Matteo

    Ragazzi sveglia, i Locked In non sono un gruppo metalcore! Recensite il disco, non il genere. Non vedo alcun riferimento alle tracce presenti nell’album, belle o brutte che siano. Ma che razza di recensione è mai questa?

    Reply
    • Francesca Carbone

      Ciao Matteo,
      grazie per feedback. Io ho ascoltato parecchie volte l’album, come mio solito, e ho trovato parecchie affinità con il metalcore. Per quanto rigduarda l’analisi delle tracce, generalmente ne selezione 3-4 su cui commento, ma in questo caso ho preferito fare un commento generale in quanto non ho trovato davvero originalità.

      Reply (in reply to Matteo)
  3. Riccardo

    Ormai si credon tutti bravi a fare una recensione…ma andate a vedere i gruppi dal vivo prima di sparare a zero su chi si fa il culo per portare avanti qualcosa di concreto nella scena hardcore di questo paese!

    Reply
    • Francesca Carbone

      Ciao Riccardo,
      mi spiace scatenare tutte queste critiche sotto ad una mia recensione negativa. Per quanto mi riguarda in cinque anni che scrivo ho SEMPRE cercato di dare spazio alla realtà italiana sostenendola non solo recensendo album, ma comprandoli e andando spesso e volentieri a sentire live gruppi recensiti e non. Se fai una breve ricerca sui miei articoli noterai che do ampio spazio alla musica indipendente e che se c’è da lodare un gruppo italiano sono la prima a farlo. In questo caso, mi spiace dirlo, ma i Locked In non mi sono piaciuti.

      Reply (in reply to Riccardo)
  4. Andrea

    Questa recensione è a dir poco vergognosa e non rende minimamente giustizia a quello che rappresentano i Locked In, il loro genere e questo disco in particolare.

    Reply
    • Francesca Carbone

      Ciao Andrea,
      come detto negli altri commenti, a differenza di molti miei articoli, in questo caso ho preferito fare un commento generale in quando non ho trovato elementi particolarmente distintivi nei Locked In. Non ho detto che i Locked In non sanno fare musica, ma che il loro prodotto è molto simile a molti altri in circolazione.

      Reply (in reply to Andrea)
  5. Brian

    Eccola là, la gente che parla di hardcore, non sa neanche cos’è e gli dà definizioni strampalate…metallus mio è meglio se esploDi!

    Reply
    • Francesca Carbone

      Ciao Brian,
      come consigliato ad altri, ti consiglio di fare qualche ricerca su di me..scopriresti che bazzico nel mondo hardcore da tanti anni e che cerco di dare spazio a questa realtà purtroppo di nicchia. Mi spiace trovare feedback solo quando si “osa” criticare un gruppo e non trovarne quando si promuovere a pieni voti un gruppo della scena.

      Reply (in reply to Brian)
  6. gomez

    Gia definirli metalcore è un errore…e lo è altrettanto fare una recensione generalizzando e soffermandosi ad un”non trovo originalità”…purtroppo credo sia impossibile fare recensioni obiettive ed è per questo che non le leggo mai però dall’altra mi dispiace quando vengono recensiti negativamente album che reputo benfatti a prescindere dai gusti…

    Reply
    • Francesca Carbone

      Ciao Gomez,
      la mia è una scelta editoriale che può non essere condivisa e prendo atto della tua critica, come di tutte le altre 😉 Come dici tu è impossibili essere obiettivi al 100%, io ascolto sempre più e più volte un album per evitare di incorrere nell’errore di dare un giudizio affrettato e superficiale. Per il resto anche a me dispiace recensire negativamente un gruppo, soprattutto quando questo è italiano e fa parte di una scena molto ricca ma di nicchia.
      Grazie per il tuo commento gentile!

      Reply (in reply to gomez)
    • Tommaso Dainese

      Gomez non siamo gli unici ad averli inseriti nel genere metalcore…quindi magari tanto in errore non siamo…

      Reply (in reply to gomez)
  7. Luca

    Ormai è da qualche anno che seguo i Locked In tra dischi e concerti qua e là per l’Italia e non sono minimamente d’accordo con quello che avete scritto, a mio parere è tutto da rivedere!!

    Reply
    • Francesca Carbone

      Ciao Luca,
      grazie per il commento! Sono convinta di quello che ho scritto, ma sono aperta a nuovi spunti e punti di vista 🙂 Detto questo, malgrado il commento negativo, andrò sicuramente a sentire un loro concerto perché sono comunque curiosa di vedere la resa live.

      Reply (in reply to Luca)
  8. Ricky

    le bestemmie sono il minimo, qua sarebbe da venirvi proprio a cercare per evitare di farvi scrivere certe cose!!!

    Reply
    • Francesca Carbone

      Quindi immagino che tu abbia letto tutti gli articoli scritti da me e dai miei colleghi per poter affermare ciò. E’ abbastanza triste vedere come basti criticare un gruppo per vedere spuntare come funghi commenti offensivi e privi di contenuti. Mi chiedo dove siete quando si promuove la scena con recensioni positive e che invitano a sostenere la scena.

      Reply (in reply to Ricky)
    • Tommaso Dainese

      Alcuni di voi si stanno lamentando della nostra poca professionalità….non pensi che le bestemmie denotino una poca “professionalità” dell’utente? …un commento costruttivo è utile per tutti, un commento distruttivo e offensivo non aiuta nessuno…neppure la band!

      Reply (in reply to Ricky)
  9. Fra

    Il vostro lavoro è inutile tanto quanto le recensioni che fate!

    Reply
    • Tommaso Dainese

      Francesca il nostro lavoro sarà anche inutile…ma senza webzine tante band neppure le conoscereste…non pensi?

      Reply (in reply to Fra)
      • Fra

        Sicuro! Ma se le recensioni che ne escono devono essere di questo calibro allora è meglio non averle tali webzine

        Reply (in reply to Tommaso Dainese)
        • Tommaso Dainese

          Francesca, penso che ritenere “inutile” il lavoro di 12 anni e di oltre 11mila recensioni, per un punto di vista che non si condivide…sia abbastanza paradossale.

          Reply (in reply to Fra)
  10. gio

    io il disco l’ho ascoltato, per bene, e quello che scrivete voi è ridicolo…

    Reply
    • Tommaso Dainese

      Gio saremo lieti di leggere da parte tua un parere più “tecnico” sul disco

      Reply (in reply to gio)
      • gio

        innanzitutto definire i locked in metalcore non è solo riduttivo ma anche anacronistico. i gruppi metalcore sono morti alla metà di questo decennio per dio! un conto è l’hardcore e un conto è il metal e sicuramente influenze metal nei locked in ci sono, ma il loro background è nettamente hardcore e se li conosceste meglio come band (non come persone intendo) lo sapreste anche voi. poi i gusti son gusti ma non potete dire che le canzoni sono tutte uguali e neanche fare un riferimento preciso ad alcune di queste. quale utilizzo dovrei farne io di questa recensione così approssimativa?

        Reply (in reply to Tommaso Dainese)
        • Francesca Carbone

          I gruppi metalcore non sono morti a metà di questo decennio ma, credimi, sono ben vivi e vegeti! Per il resto ho trovato l’album composto da tracce molto simili fra loro e questo mi ha spinta a farne un commento generale e sintetico senza scendere nei dettagli.

          Reply (in reply to gio)
        • Tommaso Dainese

          Gio, di gruppi metalcore ti posso assicurare che ce ne sono ancora molti in giro 😉 Sull’utilizzo….mah guarda, nessuno è obbligato a leggere quanto scriviamo, quindi la soluzione più semplice è, se pensi che questa recensione non ti sia utile, quella di passare ad un altro articolo…

          Reply (in reply to gio)
          • gio

            sì ma i locked in non sono uno di quei gruppi, eccheccazzo! documentatevi prima di scrivere cavolate :\

            (in reply to Tommaso Dainese)
          • Francesca Carbone

            Ho visto che non sono l’unica ad averli etichettati come metalcore e mi stupisce trovare tutta questa discordia.

            (in reply to gio)
          • Tommaso Dainese

            Gio, l’inserimento di un gruppo in un filone o in un altro non è sempre opera così oggettiva e semplice…purtroppo ciò che capita è che polemiche di questo tipo nascano solo quando vengono date votazioni negative…se Francesca Carbone avesse definito i “Locked In” come metalcore, ma con un voto positivo, tutta questa polemica non ci sarebbe stata. Lo testimonia il fatto che anche altre testate hanno “commesso questo gravissimo errore” ma, dando un voto positivo, non hanno destato le ire di nessuno…

            (in reply to gio)
          • gio

            perchè poi non hanno scritto minchiate colossali tanto quanto le vostre!

            (in reply to Tommaso Dainese)
          • Tommaso Dainese

            Purtroppo la fonte della verità non l’abbiamo ancora trovata Gio, ci stiamo lavorando 😉

            (in reply to gio)
  11. Maki

    buahahahah questa recensione fa solo che ridere ahahahahahahah ma che cazzo di sito è questo?!?!

    Reply
  12. Dan

    Ma xxxxxxx che scrivete???

    Reply
  13. Bius

    complimenti, una recensione davvero professionale!!

    Reply
  14. Cix

    dai su è facile, rifate sta recensione e siamo tutti a posto!

    Reply
    • Tommaso Dainese

      o forse per placare gli animi basterebbe qualche votino in più? Naaa, non mi sembra proprio il caso 🙂

      Reply (in reply to Cix)
  15. Alberto Gaglio

    Leggo 46 commenti e mi chiedo come sia possibile ricevere così tanti commenti in così poco tempo. Poi verifico e sulla pagina Facebook viene riportata la recensione con il commento “beh, qui è evidente che non hanno proprio colto il punto di quello che facciamo…” e quindi si scatena l’inferno. Sembra quasi un “attacco” pilotato che non aiuta di certo la band anche perchè leggere tutti questi commenti spesso offensivi contro l’autore sembra quasi come un “dagli all’untore”. Peccato …. rilevo che molti commenti riprendono l’autrice sul fatto che questa abbia parlato di metalcore. Poi sulla pagina FB del gruppo una recensione di METALHEAD recensendo l’album riporta “un metalcore dalle dimensioni enormi”.

    Reply
    • Locked In

      Ciao Alberto! Ti assicuro che di attacco pilotato c’è ben poco, noi neanche avevamo visto quello che stava accadendo su questa pagina. Per di più non penso che per una recensione sia il caso di fare tutto questo disastro…come ho già scritto su facebook noi però non possiamo essere responsabili di tutto ciò che la gente scrive su di noi.
      Siamo un gruppo di amici e ciò che ci interessa è suonare il più possibile, in Italia e soprattutto fuori. Polemiche e litigi li lasciamo al web.
      Un saluto!

      LI

      Reply (in reply to Alberto Gaglio)
      • Alberto Gaglio

        Ciao LI,
        grazie mille della risposta. Onestamente immaginavo che foste all’oscuro di tutto. Spesso sono i fan più scatenati che credono di fare un favore alla band quando in realtà finiscono per danneggiarne l’immagine.
        Grazie ancora della risposta e mi congratulo per la professionalità dimostrata nel gestire il tutto. In bocca al lupo ragazzi!!! \m/

        Reply (in reply to Locked In)
  16. Locked In

    Salve a tutti!
    Vi scrivo perchè mi è stato comunicato che stava succedendo un finimondo qua su Metallus. Mi dispiace che si sia scatenata una tale diatriba riguardo a questa recensione, noi come Locked In ce ne dissociamo e, anche se non condividiamo quello che è stato scritto da Francesca perchè riteniamo che non abbia colto ciò che la nostra musica voglia trasmettere, comunque speriamo che la cosa si concluda qua, magari con la speranza di poterci vedere tutti ad un nostro concerto e parlarne anche di persona.
    Comunque sia ci teniamo a precisare che noi non ci riteniamo un gruppo metalcore, la definizione non ci piace e ci sembra troppo riduttiva nonchè forse inadatta per i tempi che corrono. E questo a prescindere dal giudizio finale della recensione. Siamo un gruppo hardcore, tutto qua, se poi qualcuno vuole capire meglio quello che facciamo basta venire ad un concerto o ascoltare un cd, forse meno leggere una recensione poichè difficilmente riesce a cogliere nel segno data la soggettività con cui viene scritta. Ma ahimè questa è la pecca di tutte le recensioni!
    Ad ogni modo salutiamo tutti e speriamo di vedervi presto sotto al palco, un abbraccio

    LI

    Reply
    • Francesca Carbone

      Ciao ragazzi,
      grazie per essere intervenuti in questa discussione che ha davvero dell’incredibile. Vi sono grata per la gentilezza e la professionalità con cui siete intervenuti. Anche se non ho apprezzato il disco, mi riprometto di venirvi a sentire live!
      Buona giornata

      Reply (in reply to Locked In)
    • Tommaso Dainese

      Ciao ragazzi, grazie di essere intervenuti, lo apprezziamo veramente!!!

      Un saluto!
      Tom

      Reply (in reply to Locked In)
  17. Giorgio

    Ho ascoltato il disco ed è piatto, senza sfumature.
    Le canzoni sembrano effettivamente tutte uguali, poi magari live hanno una resa migliore.
    Nel 2012 sarebbe interessante che i gruppi hardcore provassero ad osare di più.
    De gustibus!!

    Reply
    • Locked In

      Ciao Giorgio!
      Come dico sempre a tutti, noi siamo un gruppo da live. Per quanto il disco sia importante, credo che un gruppo hardcore faccia la differenza dal vivo. Spero ci sia opportunità di vederci a qualche nostro concerto quindi.
      A presto!

      LI

      Reply (in reply to Giorgio)
  18. Matt

    Io il disco l’ho sentito e non mi pare che sia così piatto come dite voi, nè che i locked in non osino quanto basta, considerando poi che di hardcore italiano stiamo parlando e nn è certo facile essere originali in un paese del terzo mondo musicale come il nostro. forse voi siete abituati a standard da metallari che non hanno niente a che fare con questo tipo di musica e non potete pretendere chissà che da questo gruppo che cmq secondo me è più che valido!

    Reply
  19. gaia

    Che peccato leggere tutti questi commenti solo perchè la recensione di Francesca è negativa. Le recensioni vengono scritte da persone eterogenee all’interno del panorama musicale,sia questo pop,rock,core o che dir si voglia. Le recensioni positive fanno senz’altro piacere, ma è da quelle negative che si possono trovare spunti per migliorarsi e salire di livello…i gruppi dovrebbero prenderla come una sfida a fare di più nel prossimo lavoro x convincere anche chi in precedenza ha scritto male di loro

    Reply
    • lin

      secondo me il vero peccato è leggere una recensione così approssimativa che non fa altro che smontare il lavoro di un gruppo emergente come i locked in, c’è poco da prendere come sfida qua se chi recensisce non ha capito neanche che genere fanno!

      Reply (in reply to gaia)
  20. guerro

    Supporto totale per i locked in, band validissima soprattutto dal vivo!

    Reply
  21. Beppe This Is Core

    ciao a Tutti, qui Beppe, proprietario di This is Core, colui che ha prodotto questo disco, essendo proprio This Is core la label dei Locked In. Quando facciamo promozione per le nostre bands, inviamo il materiale direttamente a tutte le webzines che si occupano del genere che trattiamo. Alcune volte le recensioni sono positive, altre volte meno, quindi di nostro, non andiamo mai contro a quello che scrive chi recensisce un disco, anche perchè nel 99 % dei casi, si tratta sempre di un opinione puramente soggettiva.
    Concordo con chi ha scritto che i Locked In sono una band hardcore, ma se Francesca, in questo disco non ha sentito hardcore, è libera di poterlo scrivere.
    Sono uscite moltissime recensioni del disco in questione, e molte di queste sono state super positive, evidentemente ad altri è piaciuto, a Francesca no.
    Questo però non significa, che si possa andare sempre e comunque contro qualcuno che supporta da anni la scena, perchè Metallus, e Francesca, lo fanno da sempre.
    Siamo in Italia, e come sempre ci sono troppe parole dietro ad un computer, e poca gente ai concerti. Vi invito a supportare la scena, a seguire le bands, ed in questo caso i Locked In durante il loro tour, perchè secondo me, e secondo alcuni di voi, sono una delle migliori band hardcore italiane in circolazione.

    Thx

    Reply
    • Tommaso Dainese

      Ciao Beppe, qui Tommaso, caporedattore di Metallus, grazie per il tuo intervento. Lo apprezziamo veramente!
      I fatti come dici tu parlano da soli, sia riguardo alla nostra webzine sia riguardo alle troppe parole davanti al pc e alle poche presenze ai concerti, purtroppo!
      Alla prossima (magari non così polemica 🙂 ) e grazie ancora!

      Tommaso

      Reply (in reply to Beppe This Is Core)
  22. CiccioPelosi

    ACAB / All Cops Against Bacon

    Reply
  23. Lupo

    Se i Locked In non sono un gruppo originale, allora il 90% dei gruppi hardcore metal italiani può andare a fare in culo! Incometenti

    Reply
    • Tommaso Dainese

      Si dice “Incompetenti” non Incometenti Lupo 🙂 Almeno se dovete scriverlo scrivetelo giusto! Have a nice day!

      Reply (in reply to Lupo)
      • Lupo

        Era un errore di battitura fagiano! Ho anche riscritto il commento, pure usando un’altra email, ma non compare. Fatelo meglio sto sito del cazzo!

        Reply (in reply to Tommaso Dainese)
        • Tommaso Dainese

          Fagiano? Molto buono! Lupo, come ben saprai da grande esperto di web 2.0, i commenti prima di essere visualizzati devono essere approvati! Nel momento in cui un utente manda per tre volte lo stesso messaggio (anche con mail diverse) può essere anche direttamente catalogato come spam.

          Reply (in reply to Lupo)
  24. Ste

    Buuuuuu sta recensione non rende minimamente giustizia al vero!

    Reply
  25. Nico

    raga lasciamo stare tutte queste polemiche, i locked in sono un ottimo gruppo. poi il disco può piacere o meno e a me onestamente piace, ma sono gusti. l’importante è cercare di supportare le piccole realtà che vengono fuori dal nostro paese (di merda). se avete modo andate a vederli dal vivo e tutto il resto è solo noia, recensione inclusa.

    Reply
  26. tony

    siete grandi i miei complimenti e vi auguro un grande e prosperoso futuro, in particolar modo al mio tesoro DANIELE uno dei componenti.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi