The Modern Age Slavery: il video del brano “The Hip”

Comunicato stampa:

THE MODERN AGE SLAVERY hanno pubblicato il video di “The Hip”, il quinto singolo tratto dal nuovo album “1901 – The First Mother“, uscito il 5 maggio su Fireflash Records.
Il video contiene degli estratti girati durante i loro concerti del 2023 e la loro esibizione all’Hills Of Rock Festival in Bulgaria nel 2022.

Il frontman Giovanni Berselli commenta: 

‘The Hip’, liberamente ispirata a una poesia di Federico Taccini, parla della cultura hipster e richiama anche un’altra canzone dei TMAS, ‘Icon of a Dead World’. ‘The Hip’ sottolinea la necessità di sopravvivere ai tempi difficili e di sperimentare culture diverse per apprezzare veramente ‘il luogo che chiamiamo casa’. Il video è un insieme di riprese dal vivo. In effetti, la dimensione live è quella che preferiamo perché ci dà l’opportunità di sfogare appieno la nostra rabbia e di esprimere il nostro messaggio nel miglior modo possibile, permettendoci di entrare davvero in sintonia con la nostra gente! I The Modern Age Slavery sono una band che ‘vive dal vivo’, non mi stancherò mai di dirlo!

1901 | The First Mother tracklist:


01. Pro Patria Mori

02. KLLD

03. Irradiate All The Earth

04. The Hip

05. Lilibeth

06. Overture To Silence

07. OXYgen

08. Nytric

09. Victoria’s death

10. The Age Of Great Men

11. Blind (Korn cover)


 
THE MODERN AGE SLAVERY live: 

17.02.2024 ES – Madrid – Madrid Death Fest

anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi