Tantrum – Recensione: The Frontier Bursts Into View

Da qualche parte dell’Europa sta iniziando a prendere forma un’appendice di ciò che in America è realtà da qualche tempo. Si parla, quasi ovviamente, di una musica mutuata da Neurosis, Burnt By The Sun, Covnverge, Botch ed ora anche Knut. Un focolaio di rivolta è stato avvistato in Francia, ad opera di alcune band quali Spinning Heads, Superstatic Revolution e Tantrum. ‘The Frontier Bursts Into View’ è il loro nuovo medaglione sulla lunga distanza, dieci passaggi intinti nelle spirali fortemente caratterizzate dai groove hardcore che sono la base su cui i francesi si muovono riuscendo a mantenere alta la tenzione lungo il disco, impresa oggi non facile a meno di non essere padroni del proprio talento. ‘Dead End’ è uno degli episodi cardine per spingere oltre, per aumentare il raggio di questo punto di vista ed estenderlo verso una maturazione ulteriore che sarebbe soltanto auspicabile in tempi brevi. Presto si fa largo l’idea che lo screamo di ‘Dig’ dovrà convivere con la magniloquenza di ‘Other Suggestions And So On’, poli opposti dell’identità dai nervi scoperti che riesce a caratterizzare un disco riuscito proprio in funzione dell’equilibrio completamente instabile dei due flussi di suono ed emozione. Assolutamente da scoprire, questa volta non fatevi battere sul tempo da nessun hype: non serve.

Voto recensore
8
Etichetta: Supine

Anno: 2003

Tracklist: In And Out Of The Moment / Puss Oozing / Soil / Pale / Dead End / Suppose Control Can Increase / Dig / Lose One’s Sight / Karb / Other Suggestions And So On

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi