Doomsword – Recensione: The Eternal Battle

Passano gli anni ma i Doomsword mostrano una fedeltà assoluta all’idea che diede inizio al progetto, continuando a proporre il loro epic metal dalle tinte doom (quello più metal e meno sabbath oriented però) che pesca in modo assolutamente personale dalla tradizione del genere per tipologia di sound e tematiche delle liriche. Si tratta di una scelta che è sarà allo stesso tempo motivo di lode da parte dei fan più incalliti e verrà additato come limite insormontabile da chi invece si attende che una band non presenti immancabilmente la stessa formula ad ogni uscita.

Va riconosciuta al gruppo la capacità di riuscire a scrivere buone tracce sempre e comunque, pur senza smuoversi più di tanto da quanto fatto in precedenza, ma soprattutto l’abbinamento tra tempi mai velocissimi e melodie evocative di stampo epico conserva un fascino che la ridondante ripetizione di schemi acquisiti affievolisce senza cancellare.

Prendete come esempio la title track: suono tipicamente Doomsword, riff familiare, ritmica prevedibile e le consuete vocals narrative di Deathmaster con tanto di “ooooh!” nel ritornello. Un brano non certo sorprendente insomma, ma perfettamente capace di trasmettere emozione e tenere incollati all’ascolto.Si tratta di una dote d’espressività che in fondo non tutti possono vantare,  che porta i Doomsword ad occupare con merito una posizione di prim’ordine tra le epic metal band contemporanee e che in questo “The Eternal Battle” produce una sequenza di song quasi tutte azzeccate.

Una scaletta tra cui scegliamo come nostre preferite la elaborata e più particolare “The Fulminant” (accostabile ad alcune delle migliori song dei Manilla Road come sviluppo del songwriting), la potente “Wrath Of the Gods” e la più lenta e vagamente malinconica “Warlife” .

Un bel lavoro di genere che ancora una volta conferma la qualità della sottovalutata scena italiana.

Voto recensore
8
Etichetta: Dragonheart / Audioglobe

Anno: 2011

Tracklist:

01. Varusschlacht 5:24
02. Eternal Battle 5:09
03. Wrath of the Gods 5:14
04. Soldier of Fortune 6:28
05. Battle At the End of Time 5:22
06. The Fulminant 4:05
07. Song of the Black Sword 4:23
08. The Time As Come ... 1:49
09. Warlife 5:17


Sito Web: http://www.myspace.com/officialdoomsword

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi