The Dead Daisies – Recensione: Make Some Noise

Tornano i The Dead Daisies con il terzo album in studio “Make Some Noise” che già dal titolo ci fa presagire che la band capitanata da John Corabi è più agguerrita che mai. Ormai il collettivo dei The Dead Daisies è una macchina da guerra ben collaudata e una realtà ben definita all’interno del panorama musicale, merito anche di tour incessanti che li hanno portati sui palchi di tutto il mondo.

Anche se defezionari di Richard Fortus e Dizzy Reed, rispettivamente alla chitarra e alle tastiere causa i loro impegni con i Guns N’ Roses, la band ha trovato nel chitarrista Dough Aldrich (Whitesnake) un validissimo sostituto che ha portato il suo stile all’interno delle nuove composizioni. Infatti possiamo ascoltare ben dieci gioiellini di hard rock senza tempo a tratti blueseggianti e altri dalla ritmica più granitica e rocciosa e ben due illustri cover di “Fortunate Son” dei Creedence Clearwater Revival e “Join Together” degli Who suonati e rivisti in chiave The Dead Daisies. L’opener e primo singolo/video “Long Way To Go” ci da subito il colpo di grazia con vibranti linee di basso di scuola Ac/Dc, mentre la voce roca di Corabi duella con maestria con le chitarre di Aldrich e Lowy fondendosi in un tutt’uno in modo perfetto.

Su alte gradazioni viaggiano anche la pulsante e seventies-oriented “We All Fall Down” e “Song And A Prayer” dalle coordinate più legate al classico hard rock americano senza fronzoli e compromessi, un altro onesto esempio di come la musica semplice e diretta arriva subito al cuore dell’ascoltatore. Fra i brani migliori è d’obbligo citare la grintosa e ruvida “Last Time I Saw The Sun” e “How Does It Feel” che riesce a coniugare la maestria del class rock con la sfrontatezza del robusto hard rock di scuola americana in un brano dai mille volti e sfaccettature. “Freedom” è un’altra scheggia impazzita di  straripante e sparato rock’n’roll, in cui la voce di John Corabi da veramente il massimo e non da meno “All The Same” incalzante, ruffiana e lasciva al punto giusto, impossibile rimanere fermi e non lasciarsi trasportare dal tappeto sonoro creato dalla band.

Con questo “Make Some Noise” la band ha fatto un ulteriore passo avanti miscelando al punto giusto tutte le loro influenze e creando qualche cosa di assolutamente imprescindibile e se non vi bastano i nomi illustri che formano i The Dead Daisies per dargli fiducia, questo indiscusso gioiellino di puro e granitico hard rock garantisce per loro.

The Dead Daisies-Make Some Noise

 

Voto recensore
8
Etichetta: Spitfire Music/SPV

Anno: 2016

Tracklist: 01. Long Way To Go 02. We All Fall Down 03. Song And A Prayer 04. Mainline 05. Make Some Noise 06. Fortunate Son 07. Last Time I Saw The Sun 08. Mine All Mine 09. How Does It Feel 10. Freedom 11. All The Same 12. Join Together
Sito Web: http://thedeaddaisies.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi