Jesus On Extasy – Recensione: The Clock

Ci sono molte novità per i Jesus On Extasy. La band è stata autrice di tre album (questo “The Clock” è infatti la quarta prova in studio) piuttosto deboli, in perenne bilico tra l’esigenza di trovare un canale espressivo personale e la volontà di rimanere legati al lato più accattivante del gothic rock. Apprendiamo che la line-up è stata quasi del tutto ristrutturata, mentre le redini del progetto rimangono a Chai Deveraux. Il cambio più importante è senza dubbio quello che si registra alla voce, con il nuovo acquisto Manja Wagner a sostituire il defezionario Dorian, che per molti versi rappresentava l’essenza della band, sia da un punto di vista di voce e immagine che di contributi alle composizioni. Dal nostro punto di vista, questa rivoluzione è stata senza dubbio proficua. I Jesus On Extasy di oggi riescono a bilanciare molto meglio la natura di cui parlavamo sopra, sfornando un serie di brani in massima parte accattivanti e dotati di un refrain gradevole, ma anche crepuscolari e malinconici. L’incipit “Freak Me Out” è il tipico pezzo di industrial rock ficcante e con un ritornello mnemonico. La base elettronica, sorniona quanto basta, è perfetta per scandire la natura disincantata del brano, che Manja interpreta con naturalezza. Dalla successiva “Lost In Time”, con i suoi inserti melodici e le sue parti più lente e ragionate, vediamo come la band tenda oggi a proporre dei brani più completi, in cui i beats industriali sono più silenziosi e lasciano spazio a innesti sinfonici e alla voce versatile della nuova arrivata. Citiamo anche la delicata “Snow Of Syberia”, un brano di rock operistico quasi in stile Therion con la partecipazione di Ski King dei Beloved Enemy – e ne esce un ottimo duetto – e la cover di “Ordinary World” dei Duran Duran, interpretata con personalità. Non mancano alcuni riempitivi ma nel complesso l’album è piuttosto scorrevole e mette in luce la volontà di crescere della band. Speriamo che vadano avanti così.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Farscape / Audioglobe

Anno: 2011

Tracklist:

01. Freak Me Out
02. Lost In Time
03. Forever Now
04. Snow Of Syberia (feat. Ski/Beloved Enemy)
05. The Clock
06. Vendetta
07. Heartless
08. Nothing To Cry For
09. Pulse
10. Living A Lie
11. Ordinary World (Duran Duran Coverversion)


Sito Web: www.myspace.com/jesusonextasy

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi