Driller Killer – Recensione: The 4QMangrenade

Diretti, caricando a testa bassa senza curarsi di niente, tornano i Driller Killer con il loro settimo lavoro, questo ‘The 4Q Mangrenade’ che in poco più di mezz’ora mette in mostra tutta la sfacciataggine del combo che con il loro death ai limiti dell’hardcore si propone di spazzar via l’ascoltatore puntando principalmente su impatto e velocità. Sono proprio queste, infatti, le principali caratteristiche di questo platter in cui si corre a perdifiato e si arriva in fondo con ancora un sacco di energia da sprecare.

‘Jaws’ e ‘State of the Narc’ sono solo due degli episodi principali del cd ma riescono ad evidenziare in pieno cosa rappresentano i Driller Killer nel 2006. Un sound diretto composto da un riffing semplice, senza nessuna particolare pretesa se non quella di arrivare il più velocemente possibile all’ascoltatore sfruttando matrici Rock ‘n Roll appesantite dal sound Heavy e da un growling grottesco e profondo che accompagna perfettamente il tappeto ritmico composto dal gruppo che potrebbe tranquillamente definirsi come un’ estremizzazione dei Motorhead.

Di certo The 4Q Mangrenade non spicca per originalità né per tecnica ma di certo lascia il segno, lasciandosi ascoltare con molta “tranquillità”.

Voto recensore
7
Etichetta: Osmose Productions / Audioglobe

Anno: 2006

Tracklist: 01. Jaws
02. 3One6One4
03. Thefuckhumangrenade
04. Dakapokalipse
05. Nailgun down
06. State of the Narc
07. Nightmarathon
08. The Fast the Fucked the Furious
09. A cut above the chest
10. Today of the Dead
11. Ugliness Formula One

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi