Diamond Dogs – Recensione: That’s The Juice I’m On

Il Rock’n’Roll sta sempre bene, ormai è un dato di fatto, perché non necessita di ulteriori manipolazioni per risultare piacevole e, al di là di questo, sa ancora far divertire molti che stanno dall’altra parte. Il disco di Diamond Dogs, album di istantanee a cavallo tra 1996 e 2003, non fa eccezione, ovviamente, perché parla proprio di Rock’n’Roll, di quello sincero, onesto, puro e semplice, lo stesso che, per intenderci, piace tanto a band come Hellacopters. In queste circostanze verrebbe da considerare l’eventualità che, a volte, riscoprire l’acqua calda non è poi male come presa di posizione, ma poi si viene colti alla sprovvista da sensi di colpa (si chiamano così?) che ci fanno prendere in esame la possibilità di trovarci a che fare con un disco godibile finchè si vuole ma difficilmente in grado di permanere per lungo tempo nella playlist di chiunque; la qual cosa, naturalmente, può pregiudicare di molto il giudizio globale di ‘That’s The Juice I’m On’. La scanzonatura è protagonista assoluto: partendo da ‘From On Now’ e arrivando a ‘Slim Busty Blonde’, passando per i lidi acustici di ‘Passing Through My Heart’, Diamond Dogs evoca nella mente dell’ascoltatore l’immagine di un bel viaggio in automobile, sotto il sole di primavera e in compagnia di amici, sparando baggianate a destra e a manca, rinvigorendo di volta in volta il morale, che resta sempre e comunque in alto. A volte la band si concede a qualcosa come ‘Lunatic Eye-Rolling Delivery’, che potrebbe essere il personalissimo highlight del nostalgico di turno, più che altro perché ripristina un groove settantiano davvero convincente nel suo rimanere retrò, citando obliquamente i Led Zeppelin, ma riuscendo a non svilire la propria personalità; altre volte, però, si improvvisa in una ‘You Captured My Smile’, rigorosa ballata di maniera che, effettivamente avrebbe potuto tranquillamente rimanere fuori da questo ambito. Per il resto, del sano e semplice divertimento: da qualche potrebbe andare bene anche così.

Voto recensore
6
Etichetta: Feedback Boogie Records

Anno: 2003

Tracklist: From On Now / Just Ain’t Right / Weekend Monster / I’ll Drink To Ya / Passing Through My Heart / Get The Monster Off / Throw It All Away / Travellin’ Rose / Lunatic Eye-Rolling Delivery / Hurt You Twice As Much / Position Right Here / Pills / You Captured My Smile / Slim Buster Blonde

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi