Morse – Recensione: Testimony Live – Double Live DVD

Nessuno si sarebbe aspettato un ritorno sulle scene così “prepotente” da parte del poliedrico musicista e compositore Neal Morse, dopo l’abbandono degli Spock’s Beard (da lui peraltro fondati) sul finire del 2002 dovuto ad una conversione religiosa evidentemente “fulminante” che avrebbe dovuto allontanarlo definitivamente dalla routine musicale; se infatti non vogliamo assolutamente giudicare le scelte personali di un’artista è innegabile come ‘Testimony’ (suo lavoro solista risalente all’anno scorso) sia legato a doppio filo con la produzione del suo gruppo precedente soprattutto a ‘Snow’ (che già era un concept con marcato background religioso) e rende quindi di difficile comprensione questa separazione. La nuova “vita” artistica di Morse è qui rappresentata dal vivo, in un coinvolgente show tenutosi a Tilburg nel novembre 2003 (facente parte di un tour europeo che purtroppo non toccò l’Italia) e trasportata in modo molto professionale su DVD per una durata totale di circa 255 min. (segnaliamo infatti oltre al concerto nella sua interezza un DVD aggiuntivo contenente due pezzi dei Transatlantic, ‘The Light’ degli Spock’s Beard ed un Tour Documentary). Questo doppio DVD risulta in ultima istanza una sorta di autobiografia in musica, come di fatto lo era stato l’album su cui si basa, realizzato ottimamente a livello audio (pur trattandosi di un semplice 2.0) e video (davvero ottime le riprese) anche se durante la visione, nonostante la musica sia di caratura assoluta, subentra qualche calo di concentrazione dovuto all’eccessiva durata del prodotto. Il concerto è idealmente diviso in due parti rappresentanti il Neal Morse pre e post avvicinamento a Dio: interessante notare come tutti i musicisti sul palco cambino abbigliamento (dal nero al bianco) proprio per simboleggiare questa conversione. Musicalmente la proposta di questo autore è ormai nota: assistiamo quindi all’incontro tra il rock americano di ampio respiro, l’influenza Kansas sempre presente, arrangiamenti prossimi alla musica classica e passaggi intricati di retaggio prog. Tra i numerosi musicisti presenti sul palco bisogna segnalare oltre alla vibrante prova dello stesso Morse (davvero nulla da imputargli) un Mike Portnoy meno eccessivo che nei Dream Theater ed a servizio di una musica decisamente più “controllata”, il polistrumentista Eric Brenton che si occupa “solo” di chitarra, violino, flauto, steel guitar, mandolino e cori e la “spalla” tastieristica Bert Baldwin. Inutile invece scandagliare la track list per trovare i momenti più significativi del concerto proprio per la coesione artistica del DVD, da gustarsi tutto d’un fiato. Per pochi (ma buoni).

Voto recensore
7
Etichetta: Inside Out/Audioglobe

Anno: 2004

Tracklist: DVD 1

Part One

01. The Land Of The Beginning Again
02. Overture No. 1
03. California Nights
04. Colder In The Sun
05. Sleeping Jesus
06. Interlude
07. The Prince Of The Power Of The Air
08. The Promise
09. Wasted Life

Part Two

10. Overture No. 2
11. Break Of Day
12. Power In The Air
13. Somber Days
14. Long Story
15. It´s All I Can Do

Part Three

16. Transformation
17. Ready To Try
18. Sing It High

Part Four

19. Moving In My Heart
20. I Am Willing
21. In The Middle
22. The Storm Before The Calm
23. Oh, To Feel Him
24. God´s Theme

Part Five

25. Overture No. 3
26. Rejoice
27. Oh Lord My God
28. God´s Theme 2
29. The Land Of The Beginning Again

DVD 2

01. We All Need Some Light
02. The Light
03. Stranger In Your Soul
+ Tour Documentary & Photo Gallery

alberto.capettini

view all posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi