Metallus.it

Dystopia Nå! – Recensione: Syklus

La sempre attenta Avantgarde porta alla nostra attenzione i Dystopia Nå!, giovane terzetto olsoense alle prese con un debutto discografico in chiave post-black, depressive-rock, tale per cui vengono subito in mente, all’ascolto, nomi come Lifelover, Lantlôs, e per certi versi, ultimi Isis.

“Syklus” è un album impregnato di un dolceamaro spirito metropolitano, fatto di hype e disperazione, spaesamento e anomia, che ciclicamente (appunto) si rinnovano. Il sound che scaturisce dalle casse è nervoso ma non troppo aggressivo, e dimostra anzi una piacevole alternanza fra momenti saturi di distorsione e altri maggiormente dilatati, nei quali si percepisce chiaramente anche l’influenza dei Katatonia di metà carriera (“Discouraged Ones”).

L’album a livello musicale contiene una buona alternanza di momenti strumentali e dilatati, adatti a fare da colonna sonora a un’ipotetica odissea in notturne metropoli senza nome (così come suggerito dall’artwork), e altre canzoni, più concrete e tradizionalmente metalliche, perennemente in bilico fra black, doom e shoegaze rock.

Pare quindi essere la varietà la chiave di volta di questo debutto, che da il senso a un’esperienza d’ascolto eterogenea e mutevole, con l’indubbio vantaggio di tenere alto l’interesse e la curiosità del pubblico.

Personalmente ritengo che, in questa sede, la band abbia dato il meglio di se nelle composizioni in cui è riuscita a mediare fra gli impulsi ambivalenti che la animano, ovvero il dinamismo e l’immediatezza del (black) metal e la stasi meditativa di matrice ambient, riuscendo quindi a confezionare brani sfaccettati e polivalenti, ma di facile presa, come soprattutto la centrale “God Morgen, Dystopia”, ma anche “Av Piller Og Idioti”. Ciò non toglie che intermezzi strumentali come “Neon”, o “Kollaps” brillino di luce propria e fungano altresì come necessaria valvola di sfogo ai momenti più tesi e tirati.

In conclusione “Syklus” va senz’altro apprezzato, per la semplicità e spontaneità con cui riesce a dimostrare la bontà della proposta a marchio Dystopia Nå!, che, pur avvalendosi di mezzi espressivi già ben noti, riesce da subito ad apparire personale e ben identificabile.
Ottimo debutto.

Exit mobile version