Accept – Recensione: Accept

L’album di esordio, un debutto tutto sommato discreto ma in cui è chiaro come il sound degli Accept sia ancora in embrione e lontano da quelli che saranno i fasti della prima metà degli anni ’80. La componente più squisitamente “hard rock” è ancora molto forte e il termine di paragone immediato sono gli AC/DC più grezzi e sguaiati. I riff a cascata ci sono, la grinta anche, ma i pezzi non provocano particolari sussulti. Da citare però la romantica ballad ‘Seawinds‘, cantata da Baltes e recentemente rivisitata dai maestri del symphonic metal Therion.

Etichetta: Brain

Anno: 1979

Tracklist:

01. Lady Lou
02. Tired Of Me
03. Seawinds
04. Take Him In My Heart
05. Sounds Of War
06. Free Me Now
07. Glad To Be Alone
08. That`s Rock 'N Roll
09. Helldriver
10. Street Fighter


andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi