Reckless Love – Recensione: Spirit

Con il loro irresistibile connubio di glam e anthem degni del miglior arena rock, tornano i finlandesi Reckless Love, al loro terzo lavoro in studio. Un lavoro fatto per divertire e divertirsi, che pur con qualche passo falso riesce a regalare momenti di intenso gaudio.

Il singolo apripista “Night On Fire”, sfacciatamente infarcito di tastiere e cliché, non fa decisamente nulla per nascondere le ambizioni dei Reckless Love, che proseguono con i chorus in-your-face di “Bad Lovin'” e “I Love Heavy Metal”, brani che in altra epoca avrebbero scalato le classifiche di mezzo mondo. In bilico fra sfacciataggine e ingenuità, quindi, un atteggiamento che trova un altro manifesto musicale in “Sex, Drugs & Reckless Love”. Funziona alla grande la ballad “Edge Of Our Dreams” con le sue armonie vocali magiche e magnetiche, e convincono pure le tinte nostalgiche di “Runaway Love” e “Hot Love”.

Non ci fosse qualche filler, staremmo a parlare di un album (nel suo genere) perfetto, ma già trovarsi ad ascoltare una manciata di pezzi davvero memorabili è sintomo dell’assoluto valore della band.

Voto recensore
7
Etichetta: Spinefarm Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. Night On Fire
02. Bad Lovin’
03. I Love Heavy Metal
04. Favorite Flavor
05. Edge Of Our Dreams
06. Sex, Drugs & Reckless Love
07. Dying To Live
08. Metal Ass
09. Runaway Love
10. So Happy I Could Die
11. Hot Rain


Sito Web: http://www.recklesslove.com/

giovanni.barbo

view all posts

Appassionato di cinema americano indipendente e narrativa americana postmoderna, tra un film dei fratelli Coen e un libro di D.F.Wallace ama perdersi nelle melodie zuccherose di AOR, pomp rock, WestCoast e dintorni. Con qualche gustosa divagazione.

3 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. Giulio B

    Se Adress the Nation” dei fantastici HEAT e stata, a mio avviso, la migliore uscita (del genere) del 2012, quest’anno candido sicuramente al podio questo “Spirit”!
    Se si escludo dei titoli abb banali (idioti), direi che tutto il resto funziona alla perfezione.
    Ci sono sfumature di grandi gruppi (Firehouse, Skid Row, Def Leppard, Van Halen) nello “spirito” di questa nuova proposta dei Reckeless Love.
    Canzoni come “Night on fire” il fantastico “Edge of Your Heart” e “Runaway Love” in altre annate avrebbero sbancato i botteghini delle vendite.
    Voto 9 tranne che per “Metal Ass (da censurare, e non per il titolo)”

    Reply
  2. Giulio B

    “edge of your dreams”

    Reply
  3. Alessandro Kiske Conti

    Solo sette? Questo è un granddissimo album. Come hagià scritto qualcuno solo metal ass è mediocre , tutte le altre canzoni sono eccezzionali.
    Ad ottobre spero di sentirli dal vivo a londra.
    Voto: 9

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi