Darzamat – Recensione: Solfernus’Path

Ritorno sulle scene senza infamia e senza lode per i polacchi Darzamat. Il nuovo album, “Solfernus’ Path”, vede la band guidata dai vocalist Nera e Flauros proporre il consueto extreme-gothic metal di natura filthiana (ci sia permesso il neologismo).

La somiglianza tra i Darzamat e i vampiri di Albione è impressionante in effetti: i brani alternano velocità e momenti atmosferici e sono inoltre ricchi di risvolti sinfonici profondi ed elaborati. Il tratto distintivo dei polacchi è proprio la voce di Nera, che funge da contro-altare allo screaming di Flauros assicurando parentesi di dolcezza ad ogni singola composizione.

E le sorprese sono finite. “Solfernus’ Path” raggiunge comunque la sufficienza in forza di una serie di canzoni piacevoli e ben costruite, suonate con un bagaglio tecnico notevole e prodotte al meglio. Considerata la smerciabilità del genere, i supporters di queste sonorità non faticheranno ad apprezzare l’album. Noi ne sottolineiamo la bontà formale, ricordandovi che l’originalità, tuttavia, sta da un’altra parte.

Voto recensore
6
Etichetta: Massacre / Audioglobe

Anno: 2009

Tracklist:

01. False Sleepwalker

02. Vote for Heresy

03. I Devium (Intro)

04. Pain Collector

05. Final Conjuration

06. II Fumus (Intro)

07. Gloria Inferni

08. III Venenum (Intro)

09. Solfernus' Path

10. Lunar Silhouette

11. King of the Burning Anthems

12. IV Spectaculum (Intro)

13. Chimera

14. Mesmeric Séance


Sito Web: http://www.myspace.com/darzamat

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi