Blaze – Recensione: Silicon Messiah

E bravo Blaze! Chi ti dava per sconfitto e finito dovrà veramente ricredersi di fronte alla bontà di questo ‘Silicon Messiah’, una delle più belle sorprese di questa prima metà dell’anno 2000!

Un disco di puro heavy metal, quello vero, che ci presenta la rinascita di un artista troppo pesantemente criticato ai tempi della sua permanenza dei Maiden. Già perchè, su ‘Silicon Messiah’, Blaze dimostra di essere, se non un virtuoso dell’ugola, quantomeno un ottimo cantante dotato di buone doti interpretative, se messe al servizio di linee melodiche studiate per la sua voce (come NON lo erano quelle dei Maiden). Il disco – prodotto alla grande da Andy Sneap, che gli conferisce un sound guitar-oriented pesante, cupo e moderno – si apre con un notevole trittico, un mini-concept di argomento cyberpunk (la mente umana che si trasferisce nel computer, alla ricerca dell’immortalità) basato su ritmiche al limite del thrash e su linee vocali dal notevole pathos evocativo. La title-track in particolare è davvero emozionante, e poco importa che la sua melodia iniziale richiami un po’ troppo quella di ‘Disciples Of Hell’ di Malmsteen (comunque stupendamente riarrangiata e interpretata).

Dopo di che il disco si fa più classicamente metal (ma attenzione, non banalmente metal) e prosegue con canzoni ottime come la sofferta ‘The Hunger’ o la sparata ‘The Brave’, prima di concludersi con un nuovo trittico/concept di stampo fantascientifico, questa volta incentrato sulla solitudine degli esploratori spaziali.

‘Silicon Messiah’, l’obiettivo centrato di un musicista a caccia di rivincite, che dimostra anche di saper osare e stupire. E bravo Blaze!

Voto recensore
7
Etichetta: Spv/Audioglobe

Anno: 2000

Tracklist:

Tracklist: Ghost In The Machine /Evolution/ Silicon Messiah / Born As A Stranger / The Hunger / The Brave / Identity / Reach For The Horizon / The Launch / Stare At The Sun


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi