Runes – Recensione: Runes 7”EP

Primo EP in studio per gli Italo-Britannici Runes, band che coinvolge membri di The Legacy (UK), e Gold Kids (Italia). Trattasi di un EP hardcore, diretto quanto sperimentale, che racchiude tutta una serie di fattori più che positivi per l’evolversi di questo nuovo progetto. Tre tracce per poco più di dieci minuti, è quello che l’EP ci offre. Si apre con “Age Of Enlightenment”, pezzo che si discosta un pò da tutto l’ambiente hardcore, spostandosi più che altro verso un doom-core oscuro e maligno. Intermezzi di pianoforte diluiscono questo primo brano d’apertura, arrivando in men che non si dica a “New Old Wounds”, forse il brano più strano della band: quasi quattro minuti di hardcore, con marcate venature rock and roll, quasi alla Motorhead. Un brano con un finale sfrontato e malefico: la frase “take me home” viene ripetuta all’infinito, quasi come fosse una preghiera. Si chiude questo primo breve capitolo delle “Rune” con “Human, All Too Humans”, feroce cavalcata che non lascia scampo all’immaginazione. Una produzione più che buona fa il resto, rendendo le chitarre pastose quanto basta per risaltare nella loro totalità. Un esordio vincente, per i Runes, un primo assaggio di quello che, si spera, sarà un grande disco.

Voto recensore
7
Etichetta: Anchors Aweigh Records

Anno: 2010

Tracklist: 01. Age Of Enlightenment
02. New Old Wounds
03. Human, All Too Humans

Sito Web: http://www.runesrunes.com

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi