Rob Halford: dice la sua sul “caso” Kim Davis

Vagando sui social network negli ultimi tempi vi sarete imbattuti in Kim Davis, l’impiegata del Kentucky che si è rifiutata di emettere le licenze matrimoniali per le coppie gay nonostante, essendo una dipendente statale, fosse obbligata a farlo. Dopo le dichiarazioni di Johan Hegg che ha invitato cortesemente la donna ad andare a vivere in una caverna, anche l’icona del metal dichiaratamente gay Rob Halford è intervenuto sulla questione. In un’intervista, il famoso singer dei Judas Priest ha dichiarato:

“Innanzitutto, è molto interessante osservare quello che sta succedendo, perchè ero in America mentre tutto ciò accadeva. Per prima cosa, amo la libertà e la democrazia e la libertà di parola e il fatto che tutti possano dire quello che pensano. Detto ciò, quando tenti di manipolare delle regole basilari sulla base della tua percezione in modo che ciò interferisca con il tuo lavoro e con le vite degli altri, allora è un’eccezione. Dalla mia prospettiva, dopo 64 anni di vita, è molto semplice: devi avere rispetto per chiunque, non importa da dove vieni. Quindi tutta questa faccenda sui gay, bisessuali, etero, bianchi, neri, cattolici…sono solo etichette ridicole. Siamo tutti persone. Dobbiamo solo trovare il modo di amarci e accettarci gli uni con gli altri e rendere il mondo un posto migliore. Amen.”

Parlando dell’essere se stessi, Halford ha poi aggiunto:

“Devi vivere la vita a tuo modo e non secondo le regole degli altri. Non dire che non puoi fare qualcosa perchè temi che qualcuno ne possa essere offeso. Se ti emarginano, affari loro. Affronta la vita e dì a tutti che tu sei come sei, prendere o lasciare. E se a loro non piace, è un problema loro, non tuo.”

rob halford

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi