Rival Sons: domani uscirà il nuovo album, “Darkfighter”

Comunicato stampa:

I Rival Sons, band nominata due volte ai GRAMMY, pubblicano il loro attesissimo nuovo album in studio dal titolo DARKFIGHTER domani 2 giugno

Prodotto dal collaboratore di lunga data e pluripremiato ai GRAMMY Award Dave Cobb, DARKFIGHTER è stato annunciato dall’esplosivo singolo “Nobody Wants to Die”,  a cui sono seguiti i brani “Rapture”, “Bird in the Hand” e “Giullotine”

“Nobody Wants To Die” è stato il primo brano pubblicato dall’uscita di FERAL ROOTS del 2019, che è valso alla band due nomination ai GRAMMY Award.

A proposito di “Nobody Wants to Die”, il cantante Jay Buchanan afferma: “Vivi la vita sapendo che sulla tua testa pende una spada di Damocle. Sei pienamente consapevole della precarietà della tua esistenza, ma non puoi pensarci in continuazione, altrimenti ti fotte la vita. Per qualche anno ho lavorato in una camera mortuaria come consulente di servizio, guidando e aprendo i carri funebri. Partecipavo a tre funerali al giorno. A volte erano pieni fino all’inverosimile. Altre volte eravamo solo io, un prete e un buco nel terreno. Non importa chi sei; colei che porta tutti allo stesso livello sta arrivando.”

Elaborando la genesi di DARKFIGHTER, Buchanan osserva: “DARKFIGHTER rappresenta la mitosi culturale dell’isolamento, della pandemia e del tessuto nazionale degli Stati Uniti che si allenta sempre più. Quando dico ‘Mitosi Culturale’, le linee vengono costantemente tracciate. Siamo così divisi , non si possono oltrepassare le linee senza offendere qualcuno. Questo ha sicuramente influenzato la mia scrittura. Abbiamo riconosciuto la responsabilità di mettere una buona parola nelle orecchie della gente, in modo tale che sia anche una buona parola anche nelle loro parole. Ci mancava la gioia degli show live e quella magica interazione. Quando ci è stata tolta, mi è venuta voglia di cantare di argomenti importanti. In questo album ci sono temi forti come la perdita dell’identità, la conservazione della gioia e il rivedere la luce e la forma”.

Il chitarrista Scott Holiday ha aggiunto: “Gli album sono una sana forma di evasione. Spero che questo vi porti il più lontano possibile. Il nostro intento era quello di creare un lavoro cinematografico. Non appena le porte si chiudono alle spalle, si viene avvolti dal viaggio. Questo è il nostro suono che ci fa sentire veramente noi. Ci siamo allontanati dalle nostre influenze e ci siamo avvicinati a ciò che siamo. DARKFIGHTER suona come i Rival Sons”.

Ricordiamo che i Rival Sons torneranno in Italia per un’unica data live il prossimo 29 ottobre all’Alcatraz di Milano.

RIVAL SONS
+ special guest
29 ottobre 2023 – Milano, Alcatraz

anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi