Riedizioni per i primi 3 album

Il tardo mese di Novembre porterà nei negozi le riedizioni dei primi tre album dei Therion: ‘Of Darkness’, ‘Beyond Sanctorum’ e ‘Symphony Masses: Ho Drakon Ho Megas’. Alcuni brevi commenti di Christofer Johnsson, creatore, mente e leader del gruppo, sulle re-release:

‘Of Darkness’: "E’ più o meno il meglio delle canzoni che avevo composto negli anni ’80. MOlto oggi ne parlano come di uno standard del death-metal, ma quando uscì venne considerato molto originale. Ricordo che facevamo concerti piccolissimi davanti a 100 o 200 persone e interviste solo per piccole fanzine, ma eravamo comunque soddisfatti, ho solo ricordi belli legati al periodo". Le bonus track includono: ‘A Suburb To Hell’ (Demo), ‘Asphyxiate With Fear’ (Demo), ‘Time Shall Tell’ (unreleased version) e ‘Dark Eternity’ (unreleased version).

 

‘Beyond Sanctorum’: "In questo album avviene il cambiamento che ci porterà ad essere quello che siamo diventati, cioè l’introduzione stabile delle tastiere. Abbiamo usato anche voci pulite maschili e vocalizzi femminili, e in genere c’è molta più melodia. Alcuni ci dicevano che eravamo dei poser perchè usavamo le tastiere nella musica metal, che non avevamo futuro: a vedere come sono poi andate le cose negli anni ’90, mi pare proprio che avessimo ragione noi…" Le bonus track: ‘Cthulhu’ (Demo), ‘Future Consciousness’ (Demo), ‘Symphony Of The Dead’ (Demo) e ‘Beyond Sanctorum (Demo).

 

‘Symphony Masses: Ho Drakon Ho Megas’: "Credo questo sia stato l’album più sperimentale, con la messa a fuoco degli elementi metal degli anni ’80 sovrapposti alle strutture e influenze classiche. Non potevamo ancora permetterci di utilizzare una vera orchestra perchè non vendevamo abbastanza dischi, ma ci sono spunti delle orchestrazioni che esploderanno in ‘Theli’. Questo disco ci procurò anche il primo tour in Germania, con Samael, Grave e Massacra, durante il quale scoprimmo la differenza fra la vera birra (quelle tedesca) e il piscio!"

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi