Metallica – Recensione: Ride The Lightning

Piovuto sulla testa il successo di ‘Kill’em All’, i Metallica capiscono che è meglio comprarsi ombrelli migliori e cambiano produttore, studi e soprattutto tecniche di registrazione, puntando maggiormente sulla pulizia di esecuzione. Ma, unitamente, mutano anche l’approccio, smettendo di picchiare come ossessi dall’inizio alla fine e introducendo elementi nuovi, fra cui la ballad ‘Fade To Black’ e la mid-tempo ‘Escape’. Esce fuori un disco meraviglioso, che ancora adesso si contende la palma di migliore della produzione con il successivo ‘Master Of Puppets’. Non c’è dubbio che l’opener ‘Fight Fire With Fire’ abbia turbato il sonno di molti brutal deathsters degli anni a venire, che ‘For Whom The Bell Tolls’ e ‘Creeping Death’ rappresentino ancora adesso muri insormontabili da superare per chi cimenta con il genere ma il meglio della produzione, almeno a giudizio di chi scrive, doveva ancora arrivare.

Etichetta: Universal

Anno: 1984

Tracklist:

01. Fight Fire With Fire

02. Ride The Lightning

03. For Whom The Bell Tolls

04. Fade To Black

05. Trapped Under Ice

06. Escape

07. Creeping Death

08. The Call Of Chtulu


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi