Rage Against The Machine – Recensione: Renegades

‘Renegades’, interamente composto da cover, sembra essere il diversivo ideale per allontanare ulteriori discorsi oziosi sull’abbandono di Zack De La Rocha e sul futuro, spesso passato per invidiosamente incerto, dei Rage Against The Machine. Secondo chi scrive ‘The Battle Of Los Angeles’ era una prova stanca e poco coraggiosa, limitata nella propria spinta creativa, possibile epitaffio di un gruppo fondamentale per la musica degli anni ’90. A brevissima distanza, ‘Renegades’ ci riconsegna un gruppo (paradossalmente?) compatto e agile, capace, forse perché scaricato dalla pressione di proporre materiale originale, di estrapolare arrangiamenti inediti (‘Beautiful World’ dei Devo, con un Zack De La Rocha intimista!), soluzioni pop trasfigurate (il singolone ‘Renegades Of Funk’) e buoni numeri nel proprio stile inconfondibile, peccando di presunzione in una solo occasione, quando tenta di rallentare l’incedere sferragliante di ‘Kick Out The Jams’. La scelta politico/lirica importante si fonde dunque alla fantasia scatenata dal fatto di mettere le mani su un repertorio sì altrui, ma comunque già marchiato a fuoco dall’attitudine "resistente" da sempre cara al gruppo, che riesce addirittura a cavare da Bob Dylan un groove semi-saturo irresistibile per compattezza e potenza. La questione è riaperta dunque? Sembra di si: si può rischiare e dire che se i RATM riusciranno a trattare il proprio materiale con la stessa esuberanza riservata ai reworkings altrui, probabilmente avranno ancora qualcosa da dire. Strano, indubbiamente, ma vero.

Voto recensore
7
Etichetta: Sony

Anno: 2001

Tracklist: Microphone Fiend (Eric B & Rakim)
Pistol Grip Pump (Volume 10)
Kick Out The Jams (MC 5)
Renegades Of Funk (Afrika Bambaataa)
Beautiful World (Devo)
I'm Housin' (EPMD)
In My Eyes (Minor Threat)
How I Could Just Kill A Man (Cypress Hill)
The Ghost Of Tom Joad (Bruce Springsteen)
Down On The Street (The Stooges)
Street Fighting Man (Rolling Stones)
Maggie's Farm (Bob Dylan)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi