Yellowtooth – Recensione: The Burning Illusion

In giro da un po’ più di un decennio e autori di nuove uscite su tempi decisamente dilatati, tornano dopo 6 anni di silenzio gli Yellowtooth da Michigan City, Indiana. Pur non avendo mai ottenuto grande visibilità, questo trio suona uno sludge acido e paludoso come Dio comanda. Occasionali sfuriate e accelerazioni arricchiscono poi in varietà la proposta della band.

The Burning Illusion” è un disco che si muove con disinvoltura all’interno dei canoni del proprio genere, rispettandoli ma allo stesso tempo introducendovi elementi che ne accrescono la personalità. Se quindi “From Faith To Flames” e “Atrocity” sono più tipicamente sludge, brani come “Astronaut’s Journey” o “The Illusion” incorporano anche tendenze psichedeliche e stoner. In generale un approccio che guarda al classico heavy metal pervade tutto l’album, fino ad arrivare alla sorprendente immediatezza della conclusiva “Lazarus Syndrome”.

The Burning Illusion” è davvero un bel lavoro, che grazie alla sua varietà e alla commistione tra generi che mette in atto potrebbe piacere a una platea non indifferente. Un vero peccato che gli Yellowtooth siano ancora così poco noti: proviamo a rimediare innanzitutto con questo nostro piccolo contributo.

Etichetta: Orchestrated Misery Recordings

Anno: 2021

Tracklist: 01. From Faith To Flames 02. Atrocity 03. Deep Space 04. Astronaut's Journey 05. The Illusion 06. Void 07. Dead Flowers 08. Scattered To The Wind 09. Lazarus Syndrome
Sito Web: https://www.facebook.com/Yellowtoothband

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login