Wolfchant – Recensione: Omega:Bestia

I Wolfchant nascono in Germania nel 2003 e dopo un paio di Demo e sei album, Omega:Bestia sarà il settimo, continuano a proporci la loro personale miscela di metal estremo mescolato con melodie, riff trascinanti e parti epiche, nonché l’alternanza tra scream e voce pulita aggiunta negli ultimi album.

Un’altra particolarità è il frequente utilizzo del tedesco nei loro testi che li fanno distinguere ulteriormente da altre band dello stesso genere.

Veniamo introdotti all’album dalla title track che altro non è che un coro epico che ci conduce in “Komet”, pezzo tiratissimo in cui i nostri sfoderano il loro lato più diretto e aggressivo fatto di sfuriate di chitarra e scream. La seguente “Into Eternal Darkness” vira verso sonorità spiccatamente power in cui i due tipi di canto si inseguono, si alternano e si sovrappongono in modo spettacolare. 

In “Im Zeichen des Tiers“, invece, a farla da protagonista sono le chitarre, mentre “Der Geist und die Dunkelheit” pur senza un ritornello avvincente è una canzone molto coinvolgente.

Bestie è un pezzo molto completo che raccoglie tutto il meglio dei Wolfchant ben bilanciando le parti più aggressive e veloci con altre più epiche e marziali. 

Particolarmente sentita Jäger der Nacht, mentre Out in the Dark svela il risvolto più delicato della band infine chiudiamo con The Flame in cui la convivenza degli stili vocali è perfetta per un brano che trasuda fierezza.

Ora il giudizio per l’album non può che essere positivo ma, purtroppo, non ottimo per la mancanza di un pezzo veramente significativo, tutti i brani sono belli ma un po’ standard e nessuno riesce a rimanere in testa come “Never Too Drunk” , “A Pagan Storm” o “Winterhymn”.

Etichetta: Reaper Entertainment

Anno: 2021

Tracklist: 01. Omega Bestia 02. Komet 03. Into Eternal Darkness 04. Im Zeichen des Tiers 05. Der Geist und die Dunkelheit 06. Bestie 07. Jäger der Nacht 08. Out in the Dark 09. The Flame
Sito Web: https://www.facebook.com/wolfchantofficial

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login