Blessthefall – Recensione: Witness

Composto da due voci, due chitarre, basso e batteria, il quintetto dell’ Arizona registra un nuovo album di 12 canzoni dalla durata complessiva di 39 minuti. Dopo un anno dall’ uscita del singolo “To Hell And Back”, terza traccia di quest ultimo lavoro, i Blessthefall, si ripresentano con quello che è, ufficialmente, il loro secondo studio album. “Witness” è un album dal sound nervoso, dalla composizione ancora un po’ acerba, ma non per questo meno efficace, che richiama un po’ tutti gli album delle band di questa nuova ondata di metalcore. Niente a che vedere con chi, per metalcore, intende Hatebreed, Walls Of Jericho, Earth Crisis e soci. L’unico difetto del disco è che è un po’ troppo ripetitivo. Sarebbe stato meglio ridurre il numero delle canzoni di due o tre unità: verso la fine dell’album infatti l’ascoltatore medio può risultare un po’ stanco dall’ andazzo di “Witness”. Quest’ unica pecca non va comunque a danneggiare il valore di un album sul quale ci sarebbe molto da dire. Concludendo, “Witness”, può risultare un lavoro difficile da assimilare, specie per quelli che prediligono il suono “pulito”, ma, gusti a parte, è sicuramente un album pieno di spunti, dal suono massiccio e vischioso, un vero e proprio terremoto musicale!

Voto recensore
6
Etichetta: Fearless

Anno: 2009

Tracklist:

01. 2.0
02. What’s Left On Me
03. To Hell And Back
04. God Wears Gucci
05. Hey Baby, Here’s That Song You Wanted
06. Witness
07. Last Ones Left
08. Five Ninety
09. We’ll Sleep When We’re Dead
10. Skinwalkers
11. You Deserve Nothing And I Hope You Get Less
12. Stay Still


Sito Web: http://www.myspace.com/blessthefall

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login