– Recensione: Where The Bad Boys Rock… The Invasion Continues

Mettiamo subito in chiaro una cosa : è difficile non arrivare in fondo a questa doppia compilation stanchi e nauseati… stanchi per aver fatto andare senza interruzione la testa e il piedino a tempo con la musica per quasi due ore e nauseati per tutte le birre che probabilmente vi sarete scolati nel frattempo. Il secondo capitolo di questa raccolta targata People Like You ci propone ben 32 canzoni di puro rock’n’roll dove, tra nomi di spicco (vedi, ad esempio, Frankenstein Drag Queens From Planet 13) e gruppi emergenti o quasi sconosciuti, la noia non è mai di casa. E se tra i vari inediti e le molte versioni rare o alternative presenti forse non ci sono hit che possano rivoluzionare un genere, non troverete nemmeno traccia di fastidiose cadute di tono capaci di rovinare l’omogeneità del tutto. Se un giorno vi capiterà mai di fare un lungo viaggio in macchina o di organizzare una festa con gli amici, questo potrebbe essere il disco di cui avrete bisogno. Evitate di correre il rischio di sottovalutarlo solo perché si tratta di una compilation. Consigliato agli amanti del rock in tutte le sue forme, soprattutto di quello che vive di una forte attitudine punk, e a chiunque si ricordi ancora cosa vuol dire divertirsi. Let’s rock’n’roll!

CD 1 : Intro / Rock against ass (Mad Sin)/ Spell on me (Damnation)/ That’s my girl (The Spitts)/ Gone, gone, gone (69-Hard)/ Let’s rock’n’roll (The Discontent)/ No Clash reunion (The Revolvers)/ Nobody likes me (American Heartbreak)/ Dead and gone (The Bones)/ 24 hours hell (Sartana)/ Detroit steel (V8 Wankers)/ Deuce (Adam West)/ Tranquilized (The Generators)/ Wild little kiddie (Accidents)/ Last man standing (Rickshaw)/ Ol’ dirty pike (Disco Volante)/ Safe and sound (The Heartache)

CD 2 : But if I’m too drunk (Heartbreak Engines)/ Planet of the apes (Frankenstein Drag Queens From Planet 13)/ Never Shut Up… (Texas Terri)/ R.R.D. (The Forgotten)/ Millionare (Squad 21)/ Make me stay (Venerea)/ Rock’n’roll pride (Sixes & Sevens)/ Leavin’ Kariokee City (Swindle A Go Go)/ This cursed place (Bloodjunkies)/ So whore (Trash Can Darlings)/ Skulls (The Spook)/ Suicide child (Duane Peters feat. Pascal Briggs)/ U ain’t right (The Meteors)/ Wild at heart (Celtic Bones)/ Days go by (The Daybreak Boys)/ Stink of love (Joe Coffee) / Outro

Voto recensore
7
Etichetta: People Like You / Self

Anno: 2003


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login