Stigma – Recensione: When Midnight Strikes

Band non proprio alle prime armi come vuole farci credere, (il gruppo ha già pubblicato due Ep) ma comunque una delle migliori rivelazioni italiane del 2008. Death metal svedese e death-core sono le correnti che si uniscono a formare il muro sonoro firmato Stigma. Tra le influenze maggiori, nomi importanti come At The Gates, Heaven Shall Burn, The Black Dahlia Murder, Suicide Silence e Job For A Cowboy, etc. Il disco è carico d’energia, ben suonato e con buoni spunti tecnici che fanno riflettere sulle potenziali possibilità della band. Dove non arriva la buona volontà del quintetto nostrano, compensa una produzione di tutto rispetto, curata da un ottimo Ettore Rigotti (Disarmonia Mundi) degli DB Studios. I punti salienti di un album bello dall’inizio alla fine s’incontrano in songs come “I Am Dracula”, la migliore in assoluto, “Flesh Ritual” e “A Call For Vengeance”. In chiusura d’album segnaliamo la presenza di due bonus track: “Epitaph Of Pain” e “Mirthless Soul”, vecchi ricordi per chi già conosce la band. Terminando la descrizione di un pacchetto veramente ben confezionato, non rimane che dare un’occhiata all’artwork, sul quale vi lasciamo dicendovi solamente che è opera di Davide Nadalin, già conosciuto per aver lavorato con Nile, Threshold, Extrema. Vi assicuro che vi terremo informati sugli sviluppi di questa band promettente, ma per il momento divertitevi con “When Midnight Strikes”. Sorpresa!

Voto recensore
7
Etichetta: Pivotal Rockordings / Andromeda

Anno: 2008

Tracklist: 01. Walpurghis Night
02. I Am Dracula
03. Silver Bullets And Burning Crosses
04. To Be Really Dead… That Must Be Glorious
05. Flesh Ritual
06. Beneath The Crown Of Eternal Light
07. Blood, Your Precious Blood!
08. A Call For Vengeance
09. Walking The Fields Of Apocalypse
10. Sons Of Midnight
11. Epitaph Of Pain (Re-Mixed Bonus Track)
12. Mirthless Soul (Re-Mixed Japanese Bonus Track)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login