Arsis – Recensione: We Are The Nightmare

Dopo un primo album che aveva stupito un po’ tutti e un secondo che non aveva soddisfatto le aspettative arriva finalmente la conferma tanto sperata. Per chi ancora non avesse avuto il piacere di ascoltare il quartetto di Virginia Beach (Virginia), ricordiamo che nasce nel 2000 e dopo qualche cambio di line-up e l’esordio sotto la Willowtip Records, si accasa con la Nuclear Blast capitanato dal leader James Melone (chitarra e voce). Ryan Knight (chitarra), Noah Martin (basso) e Derren Cesca (batteria) sono gli altri elementi di un gruppo che oltre a dimostrare di possedere una tecnica strabiliante, stupisce grazie all’orecchiabilità delle melodie. Per quanto possiedano uno stile decisamente originale, possono comunque essere individuate delle linee guida abbastanza evidenti, provenienti dai primissimi lavori di band come At The Gates, Dark Tranquillity, In Flames passando per l’old school in stile Death e inserendo una componente dark che potrebbe essere accostata allo stile dei Dissection. Non viene spontaneo dire che una traccia sia migliore o peggiore rispetto alle altre, dal momento che tutto il disco si ascolta con molto piacere senza avere cali d’intensità. Insomma un album per palati raffinati, e se poi ci si aggiunge una produzione impostata da un guru come Zeuss, il pacchetto è veramente di qualità. Vi consigliamo fortemente questo disco in quanto ormai solo in pochi riescono a produrre un lavoro di questa caratura. Formidabili!

Voto recensore
8
Etichetta: Nuclear Blast / Audioglobe

Anno: 2008

Tracklist:

01. We Are The Nightmare

02. Shattering The Spell

03. Sightless Wisdom

04. Servants To The Night

05. Failing Winds Of Hopeless Greed

06. Overthrown

07. Progressive Entrapment

08. A Feast For The Liar’s Tongue

09. My Oath To Madness

10. Failure’s Conquest


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login