Throwdown – Recensione: Vendetta

Metalcore essenziale, influenzato apertamente da band classiche come Hatebreed e Pantera. Senza troppi giri di parole o inutili complicazioni, il sound dei Throwdown è facilmente inquadrabile nei canoni sopraccitati. Forse anche per questo (e per la loro partecipazione all’Ozzfest) la band gode negli U.S.A. di un seguito nutrito che è cresciuto ad ogni nuova uscita e che oggi permette ai Throwdown di poter sfoggiare nel loro curriculum addirittura una presenza nella classifica ufficiale al numero 156 con 7000 album venduti alla prima settimana. Un bel risultato, sicuramente favorito dall’esplosione del movimento, ma anche meritato da una band che dimostra di sapere far funzionare a dovere i canoni del genere. Non c’è un barlume di novità in ‘Vendetta’ e questo rappresenta certamente un limite grave quando sul mercato arrivano contemporaneamente 20/30 uscite facenti riferimento più o meno alle stesse coordinate stilistiche. E’ però vero che i nostri qualche numero in più sotto la voce ‘intensità esecutiva e tiro ritmico’ lo possono vantare, a cui aggiungere una produzione graffiante ed esplosiva che fa sempre la sua figura. Fate voi…

Voto recensore
6
Etichetta: Trustkill / Roadrunner

Anno: 2005

Tracklist: 01. We Will Rise
02. Speak The Truth
03. Vendetta
04. Burn
05. Discipline
06. To Live Is To Sacrifice
07. Give My Life
08. The World Behind
09. Shut You Down
10. Annihilation (N.W.D.)
11. This Is Where It Ends

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login