Phantom X – Recensione: This is War

Nonostante l’alto livello medio su cui si assestano le uscite discografiche degli ultimi tempi, capita ancora di imbattersi in lavori come quello dei Phantom X. L’unico aggettivo che mi viene in mente per descrivere “This Is War” è mediocre. Gli americani arrivano al terzo album non certo per la qualità della propria proposta musicale, ma più presumibilmente per la presenza nella line-up degli ex cantante e bassista degli storici heavy metallers Omen. E il genere dei nostri si avvicina, e non poco, a quello della band madre, ovvero un heavy metal di stampo classico, con chitarre in primo piano e vocals ruvide e melodiche. Ma i Phantom X rimediano una figuraccia scimmiottando gli Iron, gli Accept, i Judas con una proposta dove l’originalità rasenta lo zero assoluto, pur attingendo anche dal power tedesco e quello made in USA. “This Is War” gioca talvolta la carta dei cori epici, in stile Manowar, ma ai musicisti coinvolti manca del tutto la classe per coinvolgere anche i fan più incalliti del genere. Ma c’è qualcosa di buono in questo disco dei Phantom X? La produzione rotonda, la grafica e la song “Whore Of Babylon”. Se vi accontentate…

Voto recensore
5
Etichetta: Perris Records

Anno: 2010

Tracklist:
01. Call To Arms (intro)
02. This Is War
03. Forever Midnight
04. Chaos In Paradise
05. Into Battle We Ride
06. A Strange World (Chapter 8)
07. Lord Of The Sword
08. Twilight (instr.)
09. Blood Of Eden
10. Discovery 2 (Chapter 9)
11. Whore Of Babylon
12. Cries In The Night
13. Deep 6 Down (Chapter 10)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login