The Rainbird – Queen Takes King

I liguri The Rainbird sono attivi dal 1998, e poi hanno avuto costantemente alti e bassi durante le diverse decadi, con numerose pause, la pubblicazione di un ep nel 2002 e del primo disco “The Tiger Dreams” nel 2012, e un bel numero di rimaneggiamenti nella formazione, arroccata verso i fondatori Bonalien alla chitarra e Davide Galletti al basso.

Dopo l’uscita del primo lavoro in studio, la band si ferma ancora, per poi tornare sulla spinta del nuovo batterista Steve Foglia, e comincia a lavorare su materiale inedito fin dal 2014, e per una miriade di motivi arriviamo soltanto oggi all’uscita di questo secondo platter, “Queen Takes King”, che vede alla voce addirittura il singer Mike Vescera, personaggio di grande esperienza e lignaggio, coinvolto in avventure musicali con band storiche come i Loudness, e ben due album seminali di Yngwie Malmsteen, “The Seventh Sign” e “Magnum Opus”.

Questi elementi, uniti insieme, ci fanno esclamare che i The Rainbird sono davanti ad un vero e proprio nuovo inizio, che li vede come band molto dinamica sui social e su You Tube, con filmati e spezzoni di partiture prese della loro composizioni, ed un a confidenza con il mezzo “Social” da gruppo giovane ed ancora pieno di grinta e passione, che si traspongono fedelmente nelle nove composizioni presenti in “Queen Takes King”, una onestissima e pregiata opera di hard rock corale, ben prodotto e suonato, che ci riporta a molte influenze seventies ma riviste con un approccio “pulito” e del tutto al passo con i tempi.

Se Mike Vescera, a quasi sessant’anni, deve per forza limitare le partiture più alte ed acute, la sua voce però rimane solida ed assai espressiva, ben valorizzata da un gran lavoro fatto su cori ed armonie vocali, che danno quel tocco in più a buona parte delle canzoni. Infatti i ritornelli memorizzabili e ben costruiti sono davvero diversi, tra strutture sonore lineari ed ariose, come in “Girls On Fire” e la madrigalesca “If I Had A Penny” (con un tocco di Uriah Heep sempre benvenuto), ma anche elaborazioni più estreme e meditate, che si esprimono al meglio nell’epico turbinìo di “The Wrath Of The Dragon” oppure in “The Only Way”.

 Queste fusioni di stili e intenti, portano quindi alla creazione di un sound unico e spesso ben riconoscibile, anche se perde leggermente di mordente in brani pur piacevoli ma fin troppo canonici come lo strumentale “Mr. Blues & Dr. Rock”, retorico fin dal titolo ma suonato sempre con attitudine e schiettezza. In conclusione, questo “Queen Takes King”, ha molti pregi e qualche difetto assolutamente aggiustabile, e rimane un grande invito di ascolto per gli amanti dell’hard rock, quello vero e suonato con intelligenza e passione. The Rainbird rappresentano una gran bella sorpresa dopo gli eccellenti Blind Golem, buon ascolto a voi!

Etichetta: Volcano Records

Anno: 2021

Tracklist: 1. If I had a penny 2. My sambuca baby 3. Girls on fire 4. The wrath of the dragon 5. Don’t slip away 6. The only way 7. Queen takes King 8. Mr. Blues & Dr. Rock 9. Sweet temptation
Sito Web: https://www.facebook.com/Therainbirdband

Antonino Blesi

view all posts

Ascolta metal dal 1983, ha 46 anni e non vuole certo smettere. La passione vince su tutto, e sarà anche scontato, ma la buona musica non morirà mai, finchè qualcuno continuerà a parlarne ed a canticchiare un vecchio refrain....

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login