The Pretty Reckless – Recensione: Death By Rock And Roll

La band capitanata da Taylor Momsen torna a far parlare di sé con l’uscita del quarto album dal titolo “Death By Rock And Roll”. Forse la maggior parte di voi la ricorderà per la sua apparizione nel film “Il Grinch” del 2000, oppure per il ruolo di Jenny Humphrey nella famosa serie televisiva “Gossip Girl”. In realtà la bellissima e talentuosa Momsen, con il suo caratteristico look composto da capelli biondo platino e make up nero, è anche la cantante e fondatrice dei The Pretty Reckless, gruppo rock che in questi 12 anni di carriera ha ottenuto degli enormi risultati e conquistato alcuni importanti record. Molti eventi hanno sconvolto la storia della band dall’ultimo album pubblicato, “Who You Selling For”, datato 2016. Tra questi includiamo la prematura scomparsa di Chris Cornell, proprio nel periodo in cui i The Pretty Reckless si trovavano impegnati come supporto nei tour dei Soundgarden. A questo dobbiamo aggiungere anche la morte di Kato Khandwala, amico e producer con cui la band ha registrato l’album di debutto, “Light Me Up”. Dopo questi tragici avvenimenti, Taylor Momsen e gli altri membri del gruppo hanno dovuto trovare una nuova maniera di scrivere musica e nel 2018 sono rientrati in studio, lavorando ai nuovi brani per più di un anno, un processo che si è rivelato essere catartico e liberatorio. Inoltre, Taylor ha recentemente spiegato in un video su Youtube che la copertina dell’album simboleggia la rinascita, perché sia quando veniamo al mondo che quando lo lasciamo non abbiamo nient’altro che la nostra anima. Questo concetto viene espresso attraverso un’immagine che vuole essere pura e provocatoria allo stesso tempo e che ritrae la cantante nuda accovacciata su una tomba.

Nasce così la traccia che dà il nome all’album, nonché il primo singolo. Un brano in perfetto stile The Pretty Reckless, un nuovo inizio per la band che ci sta dicendo “noi siamo qui, vivremo a modo nostro, seguendo l’etica del rock and roll”. La successiva “Only Love Can Save Me Now” vede la band collaborare con Matt Cameron e Kim Thayil, entrambi membri dei Soundgarden, che con il loro stile hanno influenzato la stesura di questo pezzo. “Solo l’amore può salvarmi ora” dice la Momsen, riferendosi a tutto quello che sta succedendo nel mondo. Invece, Tom Morello ha dato il suo prezioso contribuito in “And So It Went”, con il suo ritornello che suona quasi come un inno: “Dicono che il mondo non appartiene a te, appartiene a me”. Il successivo singolo, “25”, assume i toni di una marcia funebre, scandita dall’abbassarsi della tonalità vocale nelle strofe e da un doloroso grido: “A venticinque anni ancora vivo, molto di più di quanto previsto per un uomo. A venticinque anni ogni speranza è morta”. Nel videoclip della canzone vediamo una bellissima ed elegantissima Taylor Momsen che sembra essere uscita da un film di James Bond, sullo sfondo si staglia lo skyline della magica New York. Insomma, siamo ben lontani dall’immaginario gotico di “Make Me Wanna Die” e “Just Tonight”. Un ritmo primordiale accompagna per quasi tutta la sua durata “My Bones”, mentre l’acustica “Got So High”, con il suo dolce ritornello, dà inizio alla parte più melodica dell’album. C’è sempre la speranza e una luce in fondo al tunnel, per questo da metà album in poi le sonorità cambiano e sono meno oscure. Lo stesso vale per l’essenziale e malinconica “Standing At The Wall”, mentre “Rock And Roll Heaven” è nostalgica e un po’ anacronistica, ma non è un caso che tra le maggiori ispirazioni della band troviamo gruppi come i Beatles e i Led Zeppelin. L’album si chiude con l’armonica di “Harley Darling”, dalle tinte country, e una struggente frase “Hai preso tutto e ora sono di nuovo sola”. 

Death By Rock And Roll è un album maturo, in cui i Pretty Reckless hanno messo tutto il loro cuore, perché la musica ancora una volta è in grado di salvarci la vita. Se il rock è amore, dedizione e sacrificio, allora i Pretty Reckless ne sono l’incarnazione.

Etichetta: Century Media Records

Anno: 2021

Tracklist: 01. Death By Rock And Roll 02. Only Love Can Save Me Now (feat. Matt Cameron & Kim Thayil) 03. And So It Went (Tom Morello) 04. 25 05. My Bones 06. Got So High 07. Broomsticks 08. Witches Burn 09. Standing At The Wall 10. Turning Gold 11. Rock And Roll Heaven 12. Harley Darling
Sito Web: https://deathbyrockandroll.com/

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. (Fe)Male

    Ma per quale motivo non si dice neanche una parola su Witches Burn, un mid tempo accattivante, un riff semplice ma azzeccato e un ritornello perfettamente interpretato che resta scolpito in testa?

    Reply

Rispondi a (Fe)Male Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login