Leafblade – Recensione: The Kiss Of Spirit And Flesh

Side project dalla spiccata connotazione acustica e vagamente folk, i Leafblade coinvolgono sin dai loro albori il principale compositore degli Anathema, Danny Cavanagh; il chitarrista britannico decise qualche anno addietro di unirsi a Sean Jude per far conoscere ad un audience più larga le peculiarità compositive di quest’ultimo inserendo a questo giro anche le prestazioni del polistrumentista Daniel Cardoso, che qui si occupa delle parti di batteria.

Ci sono innegabili punti di contatto con le ultime produzioni della band madre, in particolare negli avvolgenti arrangiamenti orchestrali dell’iniziale “Bethlehem”; quando i ritmi si alzano (“Thirteen”) e spezzano la sensazione di monotonia che inevitabilmente assale l’ascoltatore “The Kiss Of Spirit And Flesh” diventa davvero piacevole anche se rimane un’opera “da meditazione”.

Ovviamente il tramite Cavanagh ha fatto sì che la musica dei Leafblade trovasse in maniera naturale una nuova “casa” presso la Kscope che allarga il proprio roster con l’ennesima interessante realtà.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Kscope

Anno: 2013

Tracklist:

01. Bethlehem

02. The Hollow Hills (Starry Heart)

03. Sunset Hypnos

04. Fuchsia

05. Oak Machine

06. Thirteen

07. Beneath A Woodland Moon

08. Portrait


Sito Web: https://www.facebook.com/leafblade

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login