My Ruin – Recensione: The Horror Of Beauty

E’ tornata Tairrie B. con i suoi My Ruin. Dimenticatevi quindi le soavi voci angeliche a cui ormai ci ha abituato l’attuale scena musicale, perché la ragazza questa volta è davvero incavolata ed è pronta a urlare la sua collera contro il mondo intero. Non fatevi ingannare da quello che ad un primo impatto potrebbe sembrare un disco monocorde e con ben poca carne sul fuoco, perché qui c’è da mangiare fino a fare indigestione.

‘The Horror of Beauty’ è un’inquietante miscela di sonorità d’altri tempi e soluzioni più moderne dove i Black Sabbath più oscuri (spesso sembra di sentire una versione molto incattivita della band di Ozzy & C.) si incontrano con la furia e la rabbia tipiche dell’hardcore. Dopo una breve intro è ‘Made to measure’ a introdurci nel buio tunnel in cui si svolgerà questo viaggio lungo 13 tracce, una canzone che ci ricorda che chiunque faccia questo tipo di musica ha sempre e comunque un’anima rock. Per tutta la durata dell’album non c’è un momento di respiro e quando su canzoni come ‘Burn the witch’ vi sembrerà di poter tirare un attimo il fiato perché il ritmo cala, sarà proprio in quei momenti che l’angoscia si insinuerà subdola nella vostra mente. Si passa ancora per reminescenze dei quattro di Birmingham con ‘Ten minutes to Hollywood’ per arrivare alla conclusiva cover ‘Rid of me’ dove i lievi sussurri di Tairrie vi accarezzeranno i padiglioni auricolari con la delicatezza di un rasoio affilato.

In un’epoca di produzioni cristalline un plauso particolare va a chi ha prodotto questo disco, capace di unire i suoni ruvidi tipici degli albori del genere con una pulizia e un’omogeneità del suono davvero invidiabili. Un viaggio senza alcuna velleità contemplativa nel lato oscuro dell’esistenza, lasciatevi affascinare dall’orrore della bellezza, lasciatevi affascinare da questo disco…

Voto recensore
8
Etichetta: Century Media / Self

Anno: 2003

Tracklist: 1. Stage Fright
2. Made To Measure
3. American Psycho
4. Spitfire
5. Burn The Witch
6. Radio Silence
7. Hot In The House Of God
8. Nazimova
9. Stinkface
10. Weightless
11. Bravenet
12. Ten Minutes Hollywood
13. Get Pretty
14. Rid Of Me

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login