Freedom Call – Recensione: The Circle Of Life

In questi ultimi due anni i Freedom Call si sono presi una pausa per ritornare sulle scene con tutta l’energia a cui hanno abituato la platea metallica mondiale. La nuova opera della band tedesco/francese si intitola ‘The Circe Of Life’ e fa registrare diverse novità a livello musicale ed anche lirico. Il gruppo ha nel passato, fra il 1998 e il 2002, registrato tre capolavori assoluti per il genere power melodico (‘Starway To Fairyland’ del 1999, ‘Crystal Empire’ del 2000 ed infine ‘Eternety’ nel 2002), che hanno fatto registrare progressi notevoli dal punto di vista compositivo, ma che hanno sempre fatto leva su un’enorme coerenza dal punto di vista stilistico. Con il nuovo album il gruppo apre nuovi orizzonti musicali, coniugando in modo eccellente diverse suggestioni e generi al servizio del metal melodico che rappresenta il trademark di Dan Zimmermann e soci.

L’album inizia alla grande con ‘Mother Earth’, che risulta da subito uno dei punti cardine dell’innovazione stilistica della band; il pezzo è un hard rock (quasi AOR) molto melodico con linee ritmiche decisamente sottolineate e moderne. Il risultato del lavoro svolto su questo primo brano è stupefacente, poiché il brano risulta vincente ed appassionante sin dal primo ascolto ma presenta un’anima fino ad ora sconosciuta dei Freedom Call.

Per controbilanciare il primo brano si arriva alla traccia numero 2, ossia ‘Carry On’, che risulta uno dei pezzi più classici; si tratta di una cavalcata power con la linea melodica più allegra, declamatoria e positiva della carriera del gruppo.

L’intento dei Freedom Call è però quello di stupire e di offrire molte più suggestioni ed allora possiamo imbatterci in ‘Starlight’, una magnifica song che unisce una struttura di base vicina al classico mid tempo ad inserti di tastiera e cantato che appartengono al pop; il risultato, anche in questo caso, è grandioso e la voce di Chris Bay è più che mai convincente, anche nei gorgheggi in chiusura.

Altri brani che stupiscono e riflettono la nuova dimensione dei Freedom Call sono poi ‘Hero Nation’, un pezzo epico che emerge per il lavoro svolto sui i maestosi cori, così come per gli arrangiamenti moderni; a seguire segnaliamo l’altra gemma intitolata ‘Starchild’, che ci fa conoscere l’anima più orchestrale dei nostri, rappresentata da tastiere altisonanti e un Chris Bay che non disdegna passaggi evocativi.

Come detto precedentemente, però, i nostri non dimenticano la loro tradizione ed infatti l’album propone anche una serie di classici brani in stile Freedom Call, quali ad esempio la fantastica speedy ‘High Enough’ o la power epic ‘Kings & Queens’.

Il risultato di quest”armonico arcobaleno di proposte musicali è il quarto capolavoro dei musicisti capeggiati dal drummer Zimmermann, che si fa valere anche per una rinnovata ispirazione lirica, che non disdegna di presentare ancora ottimi testi fantasy, accostandoli a tematiche più profonde come la figura di Gesù Cristo (‘Starchild’), la morte di un amico (‘The Circle Of Life’), la propensione leaderistica degli USA (‘Hero Nation’), ecc.

Per concludere aggiungiamo che i punti di forza maggiori di ‘The Circe Of Life’ e le caratteristiche più importanti sono quindi una maggiore ricerca armonica (si potrebbe quasi dire che i Freedom Call si avvicinano in certi casi all’AOR…) unita alla sapienza compositiva già conosciuta del gruppo, che confeziona brani “per l’ascoltatore”, senza sbavature autoelogiative. Gli assoli di chitarra di Bay e Dupont sono sempre godibili e mai soverchianti, le parti di tastiera di Neumann coinvolgono e creano le atmosfere giuste senza esagerazioni e la linea ritmica è come sempre impeccabile.

‘The Circe Of Life’ è il quarto capolavoro di un gruppo che migliora costantemente mantenendo un livello altissimo di qualità. Da avere assolutamente.

Voto recensore
9
Etichetta: SPV / Audioglobe

Anno: 2005

Tracklist: 01. Mother Earth
02. Carry On
03. Rhythm Of Life
04. Hunting High And Low
05. Starlight
06. The Gathering (Midtro)
07. Kings & Queens
08. Hero Nation
09. High Enough
10. Starchild
11. Eternal Flame
12. Circle Of Life

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login