Solemnity – Recensione: Shockwave Of Steel

Per la terza opera della loro carriera I Solemnity decidono di mettersi in proprio e Sven The Axe, leader del gruppo, fonda per l’occasione la personale label, Solemnity Music.

Il primo prodotto della nuovissima etichetta è la terza fatica della band tedesca, fautrice in passato e tuttora, dopo aver ascoltato il promo, di un epic metal che non disdegna inserimenti “orrorifici”, una sorta di mix fra King Diamond, Death SS degli esordi, Running Wild e Manowar più anthem.

Rispetto alle due precedenti release il nuovo album pesta maggiormente sul tasto dell’epic metal presentando una serie di song che, seppur personali, risentono pienamente di tutti i migliori gruppi che hanno fondato questo genere musicale.

In tal senso possiamo citare le cavalcate di ‘Axe Attack’, ‘Red Monk’ o la veloce title track.

Al contrario poi, troviamo brani che si basano maggiormente su un’atmosfera cupa e che si rifanno direttamente ai già citati epigoni dell’horror metal; si parla, in questo caso, di canzoni come la sulfurea ‘The Queen Of Hades’.

Il singer, Sven, come sempre, non sfoggia certamente una voce da fuoriclasse, ma sa interpretare in modo più che accorato i suoi brani e consegna agli ascoltatori il giusto mood emotivo. Gli altri musicisti, da Nosferatu Kuba (chitarra) a Ralf Gromer (basso) e Adrian Brock (batteria), non sono anch’essi dei mostri di tecnica ma ricamano in modo egregio delle linee ritmiche che sanno trascinare a dovere la carica epica dei brani.

Aggiungiamo che nell’album è presentata anche una cover ben riuscita dei russi Aria, ossia ‘Âîëÿ È Ðàçóì’.

Dal punto di vista degli aspetti non esaltanti possiamo aggiungere che l’artwork è orrendo (sono state abbandonate, aimè, le scelte fatte per di ‘Reign In Hell’ e ‘King Of Dreams’) e presenta delle illustrazioni che vorrebbero presentare in modo epico i quattro componenti della band; il risultato purtroppo è di farli apparire una parodia in stile Nanowar.

In ogni caso, se si riesce ad evitare di morir dal ridere prima di piazzare il CD nello stereo, si potrà ascoltare del discreto heavy metal che non aggiunge nulla di eccezionale ma che può regalare un buon ritorno emozionale ai fan dei generi citati.

Voto recensore
7
Etichetta: Solemnity Music

Anno: 2005

Tracklist: 01. Enter The Axeworld
02. Mephisto
03. Axe Attack
04. The Queen Of Hades
05. The Book Of Eibon
06. Shockwave Of Steel
07. Red Monk
08. Bloodbath
09. Impaler
10. Âîëÿ È Ðàçóì
11. Chainsaw Lullabye
12. Black Horizon
13. Up From The Grave

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi