Septagon – Recensione: We Only Die Once

I Septagon non saranno nulla di trascendentale o particolarmente impegnativo, ma la loro proposta risulta davvero gradevole. Fautori di un thrash veloce e melodico dalle tinte metalcore, arrivati alla terza uscita col presente “We Only Die Once” i cinque tedeschi dimostrano di saperci proprio fare.

Nulla di innovativo o rivoluzionario, dicevamo, ma superate le asprezze e la poca maturità evidenziate alle origini la band mostra ora uno stile più personale ed efficace. Il revival speed/thrash degli eighties viene infatti riverniciato con sonorità moderne, e il risultato non è affatto spregevole.

La opener “Demon Divine”, “The Rant” a seguire, “How To Kill The Boogeyman”, la title track e “Vendetta” sono tutti proiettili ficcanti e coinvolgenti nella loro immediatezza. Un’attitudine votata a brani diretti e senza fronzoli, che viene parzialmente sospesa giusto in occasione delle lunga e virtuosa “Gardens Of Madness” e nella più massiccia “Decision Day”.

We Only Die Once” è un disco piacevole, che scorre via liscio e senza intoppi dall’inizio alla fine. Chi vuole concedersi un ascolto di qualità, ma senza troppe pretese, troverà nel nuovo album dei Septagon terreno fertile: un gruppo senza dubbio di mestiere, ma che merita il nostro apprezzamento.

Etichetta: Massacre Records

Anno: 2021

Tracklist: 01. Demon Divine 02. The Rant 03. How To Kill The Boogeyman 04. We Only Die Once 05. Vendetta 06. Head Held High 07. Gardens Of Madness 08. Decision Day 09. Strange Times 10. Ekke Nekkepenn
Sito Web: https://www.facebook.com/septagonband/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login