Maybeshewill – Recensione: Fair Youth

Per gli amanti delle sonorità post rock strumentali con un tocco di elettronica e una vaga ispirazione prog, i Maybeshewill sono assolutamente una band da (ri)scoprire.

Sin dai loro primi passi nel music biz gli inglesi hanno sempre cercato di essere autosufficienti, producendo i propri lavori (da ricordare anche il primo EP “Japanese Spy Transcript”) e creando un sempre crescente seguito per la loro visione musicale; i successivi tour hanno sicuramente cementato la consapevolezza di essere una mosca bianca nel caotico universo rock migliorando anno dopo anno la qualità musicale dei loro album.

Gli inglesi arrivano al quarto full length (tutti di livello notevole compatibilmente con la proposta di nicchia) e proseguono col nuovo “Fair Youth” la loro scalata verso la ricerca dell’emozione tramite trame strumentali mai banali e ben studiate; come per il precedente “I Was Here For A Moment, Than I Was Gone” (la recensione) questi ragazzi di Leicester continuano ad affinare sempre più il loro stile dosando con gusto elettronica, variazioni ritmiche ma anche orchestrazioni sempre al servizio della fruibilità melodica.

Le tastiere di Matthew Daly punteggiano passaggi sognanti nel singolo “In Amber” ben sospinti dalla sezione ritmica Ward/Collins; “You And Me And Everything In Between”, “Sanctuary”, “Asiatic” o “In The Blind” sono tutti pezzi da riascoltare in loop con agganci a Mogwai, Toundra, God Is An Astronaut e anche Anathema.

Forti del nuovo deal con Superball Music, a cavallo tra ottobre e novembre i nostri, attualmente impegnati in un tour europeo (che avrà puntate extra in Cina e Australia), toccheranno l’Italia per due date (Modena e Torino) per quello che sarà sicuramente un concerto per palati fini.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Superball Music

Anno: 2014

Tracklist:

01. …

02. In Amber

03. You And Me And Everything In Between

04. Fair Youth

05. All Things Transient

06. Sanctuary

07. Asiatic

08. Waking Life

09. Permanence

10. In The Blind

11. Volga


Sito Web: http://www.maybeshewill.net

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login