Paolino Paperino Band – Recensione: Pislas

Ci sono band il cui valore si apprezza, col passar del tempo, oltre il contenuto strettamente musicale. Alcuni artisti godono di un bonus importante: quello di essere paradigmatici di un’epoca.

Per il piccolo ritaglio spazio-temporale che racchiude l’Italia centrale dei primi anni novanta Paolino Paperino Band e’ stata esattamente questo.

Pislas non e’ solo un gran bel disco di rock con venature punk, ironico, a volte cinico, impegnato politicamente, intelligente, divertente, volgare a tratti, diretto e spontaneo; Pislas e’ sopratutto la colonna sonora di un periodo della giovinezza di chi adesso ha piu’ o meno trent’anni. Incartato nelle 23 tracce totali del CD, che contiene Pislas, Fetta e 7", c’e’ tutto il il pensiero d’una generazione di liceali-contro (anche se all’epoca non era chiaro esattamente contro cosa), i suoi ideali, i suoi nemici, il suo immaginario e le sue figure mediatiche di riferimento. I brani di Pislas sono vignette satiriche: dentro c’e’ tutta la politica, la televisione e il costume di quell’epoca con il giusto accompagnamento musicale.

Ci sono validissimi motivi per riscoprire un oggetto del genere una dozzina d’anni dopo. Per chi c’era sara’ magari solo operazione nostalgia, ma per chi all’epoca era troppo piccolo, per chi di quegli anni ricorda solo i cartoni alla TV con le sigle di Cristina D’Avena, per quelli che non ricordano la nascita della Lega, per chi all’epoca non era ancora entrato in un cinema porno, ascoltare questo disco sara’ come aprire una finestra su un pezzo di storia, contemporaneamente musicale e sociale, del nostro paese.

P.S.: Tutti i loro pezzi sono scaricabili liberamente qui.



Anno: 1993

Tracklist: 01. A.N.D.S.
02. Tafferugli
03. Tonnoplast
04. Hey tu
05. La mela
06. La pentola
07. L'opinionista
08. Le bestie feroci del circo
09. Stronzi
10. Vigile
11. Extracomunitario
12. Troietti
13. Maicol
14. Alcool Puro
15. Fetta
16. Compagno cittadino
17. Assto
18. Porno tu
19. Bimbi morti
20. Discotecaro
21. Carabiniere
22. X
23. Patata malata

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login