Nothing More – Recensione: The Stories We Tell Ourselves

Tra gli album colpevolmente tralasciati negli anni scorsi e che avrebbero sicuramente meritato una recensione più di tanta robaccia passata sotto il nostro setaccio, c’è l’album eponimo dei Nøthing Møre uscito su Eleven Seven Music dopo alcuni lavoro praticamente introvabili e che viene doppiato dopo tre anni e un’intensa attività live dal nuovo “The Stories We Tell Ourselves”.

“Do You Really Want It” ha l’andamento di un pezzo dei Disturbed anche se nei nostri è più spiccata la componente melodico-radiofonica come dimostra il ritornello; immaginate una band come i Limp Bizkit con una più marcata componente dark (“Don’t Stop”) per farvi un’idea di cosa sono ad oggi i Nøthing Møre. Certo non mancano cenni vagamente prog e soprattutto pop ma la connotazione della musica del quartetto è decisamente improntata all’alternative.

Jonny Hawkins come al solito si dimostra un singer dal gran temperamento e ottime doti interpretative e di coinvolgimento (soprattutto quando aggiunge elementi percussivi alle sue performance) ma è indubbio che non sia eccessivamente dotato; e la prova strumentale dei nostri è quello che lascia un po’ di rammarico all’ascolto di “The Stories We Tell Ourselves” cioè di una band che sembra viaggiare col freno a mano tirato.

Diciotto pezzi per un’ora di svolgimento non è esattamente un formato usuale per chi punta all’immediatezza ma gli americani riescono a non far scemare l’attenzione dell’ascoltatore grazie ad una verve spiccata (nonostante sia svanito l’effetto sorpresa del primo album che rende questo lavoro meno interessante senza usare troppi giri di parole).

“The Great Divorce” spiega bene il credo dei texani: alternanza tra strofe urlate e spesso cupe contrapposte a ritornelli “aperti” e di facile presa! “Go To War” (dalle inaspettate escursione elettroniche) o “Tunnels” hanno indubbiamente tutti i crismi del pezzo alternative rock di successo mentre piace particolarmente la power ballad conclusiva “Fade In / Fade Out”, senza dubbio uno dei pezzi più riusciti di un lavoro assolutamente non mediocre ma che avrebbe potuto essere sviluppato in modo da esaltare le caratteristiche che i nostri riescono a riversare sul pubblico in sede live.

 

Voto recensore
7
Etichetta: Better Noise Records

Anno: 2017

Tracklist: 01. Ambition / Destruction 02. Do You Really Want It 03. Convict / Divide 04. Let 'em Burn 05 Ripping Me Apart 06. Don't Stop 07. Funny Little Creatures 08. React / Respond 09. The Great Divorce 10. Still In Love 11. Alone / Together 12. Go To War 13. Just Say When 14. Accept / Disconnect 15. Who We Are 16. Tunnels 17. End / Begin 18. Fade In / Fade Out
Sito Web: http://nothingmore.net/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login